,,
Virgilio Sport SPORT

Milan, monta la rabbia: tensione nella dirigenza, possibile un addio

L'ambiente è in ebollizione: i tifosi attaccano dopo l'ennesima sconfitta.

La crisi del Milan è senza fine e ad ottobre non ancora terminato tanti tifosi si chiedono se sia in arrivo un’altra stagione fallimentare. Il cambio tecnico non ha dato la scossa che ci si aspettava e la classifica comincia a fare paura: il Diavolo è a tre punti dalla zona retrocessione ed è atteso da una serie di partite durissime che potrebbero azzoppare subito la gestione Pioli.

Giovedì contro la Spal i tre punti a San Siro devono essere obbligatori, poi arrivano Lazio, Juventus e Napoli: tre big decisamente più in forma dei dimessi rossoneri. Mentre su Twitter torna di tendenza #PioliOut, i tifosi si sfogano soprattutto con la società e i dirigenti, tanti rimpiangono Gennaro Gattuso. Tra i giocatori si salvano dalle critiche solo Donnarumma e Theo Hernandez, tra i più bersagliati invece ci sono Suso, Biglia, Conti, Calabria.

Dopo la sconfitta con la Roma, Paolo Maldini e Ivan Gazidis sono scesi nello spogliatoio per incoraggiare la squadra in un momento di grandissima difficoltà, nel tentativo di compattare la squadra e l’ambiente. Lo racconta Tuttosport.

Ma anche in società la situazione è tesa. Secondo quanto riporta Sky ci sarebbe tensione tra Elliott e Paolo Maldini dopo le parole della leggenda rossonera rilasciate alcuni giorni fa.

“La mia storia è pesante: la mia presenza e quella di Boban testimoniano che non vogliamo aspettare 10 o 15 anni per tornare a quei livelli. Siamo una garanzia. Se nell’idea della proprietà c’è la volontà di tornare competitivi tra 10-15 anni e fare dodici anni da squadra di media classifica, non saremo più a capo della direzione sportiva“, aveva detto l’ex capitano rossonero.

Secondo Repubblica Singer senior e junior, proprietari del fondo americano, sarebbero “inferociti” nei confronti del direttore tecnico rossonero. E c’è chi non esclude un possibile addio di Maldini a fine stagione, se non prima se dovesse naugrafare subito l’esperienza Pioli dopo il clamoroso flop di Giampaolo, scelto personalmente dallo storico numero 3 dei meneghini.

SPORTAL.IT | 28-10-2019 12:40

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...