,,
Virgilio Sport SPORT

Milan, Montella non trema e cita... Churchill

"Nelle difficoltà do il meglio".

Vincenzo Montella analizza con calma la situazione in casa Milan: "Voglio veder giocare i miei con coraggio e liberi di testa. Sono queste le chiavi per far scoccare la scintilla. Siamo indietro in classifica, ma abbiamo statistiche record, per esempio quella dei tiri in porta. Dobbiamo vincere, con rabbia e unione, ci serve".

"Sono lucido e motivato. Voglio citare Winston Churchill che diceva: il successo è l'abilità di passare da un fallimento all'altro senza perdere entusiasmo. Io qui sono felice come il primo giorno, ma conosco i rischi del mestiere. Tutta la mia vita, da sempre è rischiosa: ho lasciato casa da piccolo per sognare, ho iniziato ad allenare alla Roma giovanissimo, ho preso la Fiorentina dopo anni bui ed era un rischio. Non mi spaventa, anzi: quando rischio do il meglio di me".

Sul rapporto con Mirabelli: "C'è un rapporto consolidato, creato nel finale dello scorso anno. A ogni fine partita ci troviamo e commentiamo per ore, purtroppo nelle ultime gare è successo pubblicamente ed è coinciso con tre sconfitte. Logico che lui debba valutarmi a livello professionale, ma non c'è nulla tra di noi. Io sono nella posizione migliore per lavorare, non ricevo pressioni o suggerimenti, ogni scelta è mia, giusta o sbagliata che sia. Sento la vicinanza dei dirigenti e sono nella posizione migliore per lavorare, lo ripeto. Anzi, li ringrazio perché hanno deciso di puntare su di me nonostante abbiano cambiato molto".

"Qualche errore posso averlo fatto,ma sempre logico nella mia visione e professione. Sono motivato e ottimista, siamo qui per trovare la password e passare allo step successivo. Non mi sento di passaggio, nei cambiamenti radicali c'è sempre qualche difficoltà come Guardiola al primo anno di City o Mourinho al primo di United. I risultati mancano, il gioco no".

"Giocando ogni tre giorni è inevitabile cambiare. Tutte le squadre che hanno più competizioni ruotano gli uomini, è impossibile avere sempre gli stessi. Accetto la critica, ma non la condivido. Il modulo a tre? Il calcio a questi livelli non sono moduli, bensì testa e interpretazione. La qualità c'è. Sono l'interpretazione e la voglia di credere nel lavoro a fare la differenza", conclude l'allenatore del Milan.

SPORTAL.IT | 21-10-2017 19:00

Milan, Montella non trema e cita... Churchill Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...