,,
Virgilio Sport SPORT

Milan, numeri choc: Montella appeso a un filo

Lavata di capo dopo il derby, nonostante le conferme di facciata

Nonostante le dichiarazioni di facciata, la sconfitta del Milan nel derby, la terza consecutiva e la quarta su otto partite di campionato, sta facendo traballare non poco la panchina di Vincenzo Montella. Dopo le centinaia di milioni spesi sul mercato, i numeri condannano l’ex Aeroplanino: i rossoneri dopo 8 gare nella scorsa stagione avevano guadagnato 16 punti, quattro in più di quelli ottenuti quest’anno.

Subito dopo la partita contro l’Inter, persa nel recupero, c’è stato un fitto colloquio tra l’allenatore e il direttore sportivo Massimiliano Mirabelli: il faccia a faccia, una lavata di capo, è durato per diversi minuti e ha fatto il punto sui tanti errori commessi dal Diavolo durante la stracittadina.

Montella per ora tira dritto: “Ho visto una grande reazione nel secondo tempo, abbiamo creato 7-8 palle gol e abbiamo giocato con l’anima da Milan, quella che piace a me. Sono molto ottimista perché vedo una squadra che sta portando avanti dei concetti giusti. Voglio vedere il bicchiere mezzo pieno e ho ancora voglia di portare avanti questo progetto tecnico”.

Niente cambio modulo quindi: “Giochiamo ogni tre giorni e non abbiamo cambi per giocare col 4-3-3, perché abbiamo solo Suso e Bonaventura sugli esterni. Poi oggi col 3-5-2 abbiamo creato tanto contro una grande Inter. Non abbiamo cambiato modulo per Bonucci. L’obiettivo resta il quarto posto? Assolutamente sì, ora ci sembra tutto irraggiungibile ma il campionato è lungo”.

Contro il Genoa, la prossima settimana, Montella si gioca la panchina. “Si riparte da Montella? fate bene a farmi questa domanda. Ho ribadito in tutte le salse che c’è la massima fiducia in Montella da parte mia e di Mirabelli”, sono le parole dell’amministratore delegato Marco Fassone nel dopo gara.

“Il calcio è fatto di ‘up and down’, di imprevisti, ma noi cerchiamo di dare al tecnico e ai giocatori la massima tutela e serenità per trasformarli da eccellenti individualità in un gruppo. Confermo che il nostro obiettivo è un posto in Champions: siamo al 20% del campionato e sapevamo che la prima parte per noi sarebbe stata la più difficile.Oggi siamo decimi perchè la nostra media è di un punto e mezzo a partita, ma c’è tempo per recuperare. Se non ce la facessimo sarebbe sgradevole, e vorrebbe dire posticipare tutti progetti della società. Ma non sarebbe un dramma”.

 

SPORTAL.IT | 16-10-2017 12:13

Milan, numeri choc: Montella appeso a un filo Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...