,,
Virgilio Sport SPORT

Milan, sempre più incerto il futuro di un Big

La priorità di ogni società, ora, è il bilancio e l'abbassamento del monte ingaggi. In quest'ottica si inseriscono alcune scelte, forse discutibili sul piano tecnico, ma assolutamente comprensibili carte alla mano.

In questo momento, tutte le società di calcio di Serie A (ma non solo) stanno lavorando attentamente per impostare al meglio la nuova stagione. Questo vuol dire investimenti oculati, programmazione attenta e, assolutamente, nessuno spreco di denaro non necessario. Lo dimostra la Juventus con la delicatissima questione Dybala, con i bianconeri che non sono disposti a spendere un po’ di più per rinnovare con l’MVP della stagione 2019-2020. 

Questo atteggiamento della Vecchia Signora è condiviso da quasi tutte le squadre, intente ad abbassare il monte ingaggi (eccetto quello dell’Inter, che continua a lievitare) per potersi permettere magari un acquisto in più in estate. In questo ragionamento si inserisce anche il Milan di Stefano Pioli, che sta valutando molto attentamente la questione legata ad Alessio Romagnoli, classe 1995 e attuale capitano della squadra. 

Arrivato a Milano nel 2015 dopo l’esperienza alla Roma, Romagnoli ha un contratto con il Diavolo valido fino a giugno 2022 (lo ha rinnovato l’ultima volta nel 2018) e guadagna circa 3,5 milioni di euro netti più bonus all’anno. Grazie alle ottime prestazioni, il centrale romano si è guadagnato addirittura la fascia di capitano del Milan, cosa insolita per un giocatore così giovane. Infatti, nei turbolenti anni del peggior Milan di sempre (2013-2019 più o meno), Romagnoli è stato sicuramente uno dei pochissimi giocatori degni di indossare i colori rossoneri, e di questo gliene si da atto. 

Tuttavia, ora la situazione può cambiare. L’arrivo a Milano di una potenza come Tomori sta relegando il numero 13 sempre più spesso in panchina (assieme a tanti problemi fisici) e, soprattutto, nella grande stagione rossonera risulta essere una delle note più negative. Spesso in ritardo, spesso falloso, nel corso del 2020/2021 non è quasi mai stato all’altezza delle anante precedenti, ed ecco che anche la questione rinnovo si complica. 

Come riporta il Corriere dello Sport, infatti, al momento sono altre le priorità del club rossonero, che nei prossimi mesi entrerà però nei dettagli per il possibile prolungamento, con l’addio che resta comunque un’ipotesi da non scartare. 

Ora, nel momento in cui si stanno per raccogliere i frutti di anni di duro lavoro, vederlo andare via sarebbe una vera e propria beffa, sia personale che professionale.

Milan-Genoa in diretta su DAZN

OMNISPORT | 12-04-2021 20:00

Milan, sempre più incerto il futuro di un Big Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...