Virgilio Sport

Milan su Sensi, indizio sul prossimo tecnico?

L’interesse per il centrocampista può essere motivato dall’arrivo di un nuovo allenatore

15-05-2019 13:14

Milan su Sensi, indizio sul prossimo tecnico?

Il centrocampo è probabilmente il reparto che il Milan punta a rivoluzionare nel prossimo calciomercato, sopratutto se dovessero arrivare gli introiti derivanti dalla qualificazione alla Champions League. Il primo nome sul taccuino di Leonardo resta quello di Stefano Sensi, centrocampista ancora giovane – ha 23 anni -, con una buona esperienza nella massima serie e, soprattutto, con caratteristiche tecniche che attualmente mancano alla mediana rossonera: Sensi è centrocampista veloce di gamba e di pensiero, dotato di buona tecnica, in grado di giostrare sia da mediano davanti alla difesa che qualche metro più avanti, come interno. 

SENSI PER SARRI? Giovane, tecnico, adatto ad un centrocampo a tre: Sensi sarebbe perfetto se il Milan decidesse davvero di scegliere Maurizio Sarri come suo prossimo allenatore. Il tecnico ex Napoli pare in uscita dal Chelsea e in rossonero avrebbe bisogno di un uomo in mediana con le caratteristiche del centrocampista attualmente al Sassuolo: con Sarri, Sensi potrebbe svolgere sia il ruolo che al Napoli fu di Jorginho, sia quello di Hamsik. 

I COMMENTI. I milanisti, intanto, sembrano approvare l’idea di Leonardo di portare il giocatore in rossonero: l’operazione non dovrebbe essere troppo complicata, i rapporti con il Sassuolo sono ottimi e la richiesta seppur alta (25 milioni) può essere limata. “Colpo top, speriamo 10 milioni + Locatelli..  – scrive Rossonero su Twitter – fortissimo, duttile, giovane, italiano.. a 20/25 non c’è assolutamente di meglio in giro”,  “Sensi – Kessie – Paqueta, ora ne servono almeno altri 2”, aggiunge ForzaMilan immaginando il centrocampo rossonero della prossima stagione. C’è anche chi, però, preferirebbe mollare la pista che porta a Sensi per puntare su altri obiettivi. “Troppi 25 milioni, mica è Xavi”, commenta Pierluigi, mentre Sovnny suggerisce altri rinforzi: “Per meno di 25 milioni meglio Pulgar, Tonali, Vilhena. Solo perché è italiano costa tanto. Abbiamo venduto Locatelli a 12 milioni per prendere Sensi a 25. È da pazzi”. 

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...