,,
Virgilio Sport SPORT

Milan, tra Pioli e Rangnick è testa a testa: le ultime novità

Stefano Pioli piace alla proprietà del Milan, ma Ivan Gazidis è deciso a convincere Ralf Rangnick.

In casa Milan continua a tenere banco la questione allenatore con ultimi risvolti significativi a favore della riconferma di Stefano Pioli, che però non cancellano la trattativa in corso per convincere Ralf Rangnick, ex allenatore del Lipsia da tempo nel mirino dell'amministratore delegato Ivan Gazidis, a raggiungere il club di via Aldo Rossi.

Al momento la situazione è incerta, complice lo stop al campionato per l'emergenza coronavirus che potrebbe cambiare i piani nel caso il torneo in corso, interrotto nei primi giorni di marzo, non dovesse riprendere nei tempi sperati. Secondo quanto riportato da 'Sport Mediaset', la proprietà del club è rimasta piacevolmente colpita dai progressi del Milan dall'arrivo di Stefano Pioli, e non voterebbe a sfavore di una riconferma.

Gazidis, però, continua a sperare di ingaggiare Rangnick: per il dirigente sudafricano è l'ex tecnico del Lipsia l'uomo migliore per mettere assieme una squadra fatta soprattutto di volti giovani, intenzionata a fare il salto di qualità definitivo dopo una stagione rivelatasi di transizione, almeno fino al momento della sospensione.

Nel frattempo, però, Pioli si prepara alla possibile ripartenza, e in una videoconferenza organizzata dall'Associazione italiana allenatori di calcio ha spiegato cosa è cambiato dal suo arrivo al Milan, sia dal punto di vista del modulo di gioco adottato sia da quello della gestione dei calciatori in rosa.

"Con il 4-3-3 abbiamo giocato ottime partite, comandando il gioco come vogliamo fare – ha detto Pioli, subentrato a Marco Giampaolo prima dell'ottava giornata di campionato -. Ma ad un certo punto è mancata qualità nei giocatori esterni, non avevamo la possibilità di avere uno contro uno positivi".

"L’arrivo di un giocatore di peso offensivo come Ibrahimovic mi ha portato a cambiare situazione e passare al 4-2-3-1 – ha spiegato il tecnico parmense -. Nessun sistema ti garantisce la vittoria ma sfruttare al meglio le caratteristiche dei giocatori è molto importante per ogni allenatore".

Per Pioli l'uomo chiave del Milan non è stato solo Ibrahimovic. I buoni risultati di gennaio e febbraio sono arrivati anche grazie all'esplosione di Ante Rebic: "E' tornato dalla sosta natalizia in condizioni mentali e fisiche eccellenti, ci ha aiutato in molte partite" ha confermato il tecnico.

SPORTAL.IT | 26-04-2020 19:07

Milan, tra Pioli e Rangnick è testa a testa: le ultime novità Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...