Virgilio Sport

Mondiale, scoppia il caso spionaggio

Storie tese tra Corea del Sud e Svezia: ecco il piano diabolico degli asiatici per liberarsi delle spie scandinave.

Pubblicato:

Mondiale, scoppia il caso spionaggio Fonte: 123RF

I tempi del Mondiale 2002 sono lontanissimi e allora ogni pensata è lecita in casa Corea del Sud per provare a fare strada in Russia. Qualificatisi alla fase finale per la nona volta consecutiva, ma mai oltre la prima fase eccetto che nell’edizione casalinga, dove raggiunsero la semifinale classificandosi poi al quarto posto, e di Sudafrica 2010 (stop agli ottavi), gli asiatici sono stati inseriti nel raggruppamento con Germania, Messico e Svezia. Difficile schiodarsi dal quarto posto, ma per provarci il ct Shin Tae-Yong le ha provate tutte, compreso un tentativo piuttosto clamoroso per confondere le idee agli svedesi. Per depistare le “spie” scandinave che hanno assistito alle ultime amichevoli dei coreani, il ct ha infatti scelto di stravolgere la numerazione della squadra e pure qualche ruolo. Giocando sulla ridotta fama internazionale della propria squadra…: “L’ho fatto deliberatamente, con quasi tutti i giocatori a disposizione, salvo che con Son e il capitano Ki Sung perché tanto sono già abbastanza noti. So bene che per gli occidentali è abbastanza difficile distinguere i giocatori asiatici".

Per la serie, come essere autoironici sulla propria fisiognomica. La storia però non è tutta rose e fiori. Al contrario, Shin ha dichiarato di aver dovuto ricorrere a tale sotterfugio a causa dell’invadenza degli osservatori svedesi che in qualche caso hanno anche voluto provare ad aggirare il divieto di assistere agli allenamenti della Corea, molto gelosa della propria privacy come del resto buona parte delle nazionali asiatiche. L’incidente diplomatico sembrava rientrato dopo che lo stesso ct svedese Andersson, che non ha risposto a domande in tema di “spionaggio” nella conferenza di vigilia, si era scusato dopo l’ultimo episodio, quando un osservatore giallolbù era stato scoperto a spiare un allenamento della Corea a porte chiuse non più tardi di lunedì scorso. E invece, secondo il tecnico coreano, il capo degli osservatori svedesi, Lasse Jacobson, aveva addirittura affittato nei mesi scorsi un appartamento a Leogang, nei pressi di Salisburgo, proprio per poter seguire molto da vicino la preparazione dei coreani.

SPORTAL.IT

Leggi anche:

Club Med

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...