Virgilio Sport

MotoGp, fiato sospeso per Iannone: l'avvertimento di Aprilia

"Se si tratta di una bistecca si usa il buon senso, ma se dovesse essere riscontrato il dolo...".

Pubblicato:

MotoGp, fiato sospeso per Iannone: l'avvertimento di Aprilia Fonte: 123RF

La decisione della FIM sul caso Andrea Iannone, trovato positivo al Drostanolone in un controllo antidoping, arriverà nei prossimi giorni, e comunque entro il mese di gennaio. Il centauro di Vasto si è difeso chiedendo le contranalisi e dando la colpa alla carne mangiata durante le tre trasferte asiatiche della MotoGp. In un’intervista alla Gazzetta dello Sport, l’amministratore delegato di Aprilia Racing Massimo Rivola avverte il suo pilota: “Siamo dalla parte del nostro pilota, ma per l’Aprilia il rispetto delle regole è sacro: nessun processo a priori, prima aspettiamo la sentenza”.

“Il tempismo della comunicazione ci ha rovinato la cena di Natale del team: speriamo non rovini pure la stagione. Noi facciamo della legalità un baluardo: supportiamo Iannone, perché non abbiamo mai dubitato di lui. Se ha sbagliato è giusto che paghi, ma evitiamo conclusioni legate all’esposizione mediatica del pilota”.

Rivola esprime la sua perplessità sulla questione: “Andrea veniva da 5 settimane in Oriente dove aveva mangiato molta carne e sappiamo che lì è spesso “trattata”. Lui è molto meticoloso nella preparazione, e lo è stato pure nel recupero dall’infortunio alla spalla subito a Misano: mi sembrerebbero strani errori di altro tipo“.

“Fa bene la Wada a fare i controlli, ma io li renderei obbligatori per i primi tre, ad esempio; fatti così, un po’ a caso, restano troppe maglie aperte. Nel motociclismo, poi, una condanna per steroidi sarebbe un inedito: è una sostanza non funzionale in sella. Soprattutto, non va perso l’obiettivo dello sport”.

La casa di Noale sta valutando i possibili sostituti in caso di squalifica: “Bradley Smith, nostro collaudatore, è la via più scontata. A questo punto non ci sono tanti piloti pronti: 6 mesi fa forse Rea poteva essere un’opzione. Lorenzo? Sarebbe stata una bella storia e avrebbe aiutato lo sviluppo, ma va capito se ritrova la voglia di correre. Comunque credo lo prenderà la Yamaha come collaudatore”.

“Abraham è uno dei tanti piloti che si è proposto. Speriamo di avere la sentenza entro gennaio, poi vedremo. Un conto è un eventuale stop di 3 mesi, un altro di 6… Se si tratta di una bistecca si usa il buon senso, ma se dovesse essere riscontrato il dolo, come Aprilia avremmo certo un’immagine da difendere”.

SPORTAL.IT

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...