Virgilio Sport

MotoGp, Joan Mir racconta la sua favola

Il pilota maiorchino ha ripercorso la stagione che l'ha portato a conquistare il titolo mondiale: "Annata incredibile".

17-12-2020 12:41

MotoGp, Joan Mir racconta la sua favola Fonte: Joan Mir ha vinto il campionato del mondo delle MotoGp del 2020

Conquistare il Mondiale dopo aver vinto appena un Gp in tutta la stagione, peraltro il terzultimo del calendario, non è da tutti.

Joan Mir entrerà nella storia della MotoGp anche per questo. 

Il pilota maiorchino ha ripercorso così la propria stagione: “Fa strano pensare che dopo le prime gare di questa stagione 2020 ero piuttosto indietro rispetto ai primi in classifica e che ora stiamo festeggiando il titolo”.

Mir ha poi individuato la svolta del Mondiale: “La stagione è stata molto difficile, con tante gare ravvicinate. Se devo scegliere un GP come punto di svolta allora scelgo l’Austria: volevo assolutamente un podio e averlo ottenuto mi ha dato un grande sollievo. Avevo accumulato un sacco di tensione, che poi ho sprigionato una volta salito sul podio.Volevo assolutamente dimostrare di cosa fossi capace. Quel secondo posto mi ha regalato tranquillità”.

Impossibile non ripensare alle immagini dell’incidente subito nel 2019 a Brno: “Quando ripenso all’incidente di Brno rivivo ancora quella sensazione che mi toglieva il fiato. L’incidente e l’infortunio sono stati un momento difficile, il recupero è stato molto lungo e complicato”.

Infine, un ringraziamento al costruttore: “Vedere il mio volto tra tutti i campioni storici di Suzuki è qualcosa di magico e mi fa sentire molto onorato e orgoglioso. Ringrazio chi ha costruito una moto completa ed equilibrata, che ha vinto grazie all’adattabilità a ogni pista e condizione”.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...