,,
Virgilio Sport SPORT

Napoli-Shakhtar: un 3-0 che ribalta tutto

Grazie a un capolavoro di Lorenzo Insigne e alle reti di Zielinski e Mertens, gli azzurri vincono e si portano in vantaggio con gli scontri diretti.

Napoli-Shakhtar Donetsk 3-0. Un risultato ottimo e non solo per i tre punti che rilanciano il Napoli nel Gruppo F di Champions League, dove il Manchester City è già abbondantemente qualificato agli ottavi di finale. Con l’1-0 infatti gli azzurri si portano in vantaggio sugli ucraini con gli scontri diretti (all’andata finì 2-1 per lo Shakhtar) e in caso di pari punti (possibile perché gli ucraini giocano col City e il Napoli con il Feyenoord) passerebbero i partenopei. Decidono un capolavoro di Insigne, che gonfia la rete con un destro a giro dei suoi, ma da lontanissimo; da un bellissimo lob di Zielinski, al quarto gol stagionale e primo in Champions, che finalizza un uno-due in velocità con Mertens; e da un colpo di testa facile facile di Mertens da distanza ravvicinata.

LA CRONACA DELLA PARTITA

Sarri sceglie il solito 4-3-3 con quattro variazioni alla formazione titolarissima. E per lui sono già tantissime. Maggio gioca a destra con Hysaj a sinistra al posto dell’infortunato Ghoulam, Chiriches sostituisce lo squalificato Koulibaly, Zielinski prende il posto di Allan come mezzala, e Diawara scalza Jorginho in mezzo.

Gli azzurri partono subito a mille con Callejon pescato in area dopo 1 minuto esatto, ma calcia addosso a Pyatov. Poi cresce lo Shakhtar Donetsk: Taison al 4’ sfiora letteralmente la traversa con una botta da fuori e poco dopo sbaglia mira di pochi millimetri a Reina battuto, calciando sull’esterno della rete, tutto solo in area. La partita si fa arcigna e Insigne riporta un pizzico di classe con un destro a giro dei suoi, ma Pyatov vola e smanaccia. Anche Hamsik prova la botta, ma la palla termina in Piazza Plebiscito. Poi Reina ci deve mettere i guantoni per salvare la porta su tiro di Marlos da distanza ravvicinata.

Nella ripresa il Napoli cambia marcia, si vede. E infatti al 57’ fa esplodere il San Paolo. O meglio, lo fa esplodere Insigne con un capolavoro: riceve palla larghissimo a sinistra, rientra e salta in dribbling due avversari, torna indietro di qualche metro e da distanza siderale indovina il destro a giro, mettendola al sette. I minuti passano e il Napoli amministra, riuscendo a pressare alto e impensierire la retroguardia dello Shakhtar. Sarri decide di coprirsi al 65’: fuori Insigne, dentro Allan. Al 69’ Sarri si mangia le mani perché Zielinski, sfruttando un erroraccio della difesa ucraina, ne compie uno ancora peggiore sparando alto a porta vuota. Esce anche Hamsik e gli subentra Rog. Ma poi il Napoli la chiude meritatamente. Zielinski si fa perdonare per il gol divorato e conclude in rete, in pallonetto, dopo un uno-due magnifico in velocità con Mertens. Poi il belga, una manciata di secondi dopo, appoggia di testa in rete dopo sponda aerea di Albiol su azione di corner.

Il Manchester City, nell’altra partita del girone, batte il Feyenoord 1-0 con gol di Sterling e passa come primo del Gruppo F.

SPORTAL.IT | 21-11-2017 22:40

Napoli-Shakhtar: un 3-0 che ribalta tutto Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...