,,
Virgilio Sport SPORT

Napoli, tifosi spaccati: sul web il messaggio a Callejon   

Il gesto degli ultras a Frosinone divide il pubblico azzurro

Il giorno dopo la vittoria sul Frosinone, a Napoli non si parla del record di Dries Mertens – che ha raggiunto Diego Armando Maradona nel numero di gol segnati in serie A con la maglia azzurra – né della prodezza di Amin Younes. A tenere banco è la contestazione ai danni della squadra e in particolare di José Maria Callejon: gli ultras presenti allo Stirpe hanno rifiutato la maglia offerta dallo spagnolo a fine gara, rigettandola in campo. Il tutto nel giorno in cui Callejon non solo vestiva la fascia da capitano, ma toccava le 300 presenze in maglia azzurra. Un gesto, quello degli ultras, che ha suscitato lo sdegno del resto dei tifosi azzurri, ribellatisi in massa sul web e immediatamente pronti a dimostrare solidarietà a Callejon e a tutti i giocatori del Napoli. 

LE REAZIONI SUL WEB. “Solidarietà a Jose Maria Callejon – scrive Enrico sulla pagina Facebook del club azzurro – Sei un grandissimo calciatore e una bella persona. Si può criticare ma certi gesti sono davvero uno schifo, Ai tifosi che hanno lanciato via la maglia vorrei dire solo:  statevene a casa, che il Napoli Calcio non ha bisogno di gente come voi”. “Scusa José – aggiunge Dario – Napoli non sono loro, Napoli siamo tutti noi tu compreso. Della tua maglia non sono degni. Hai sempre sputato sangue in mezzo al campo… e non saranno certamente un gruppetto di emeriti ignoranti a fermarti. Napoli e i sui tifosi, quelli veri, Ti amano”. E ancora: “Vergogna per quella gentaglia, onore a José e forza Napoli”, aggiunge Filippo, mentre Anna spiega che verrebbe “fino a Castelvolturno per ricevere la maglia di Callejon”. 

LA CONTRO-PROTESTA. Sono centinaia i commenti di questo genere sulle pagine social del Napoli, sul web la quasi totalità dei tifosi se la prende con gli ultras e c’è chi si sta anche organizzando per una contro-protesta. “Domenica tutti i veri tifosi allo stadio ad applaudire i nostri giocatori – suggerisce Pietro – E a marcare nettamente le distanze dai quei pseudo tifosi…”. Mentre la testata online il Napolista lancia un su Facebook #SiamoTuttiCJ7, un flash mob da tenere il 1 maggio in città per mostrare solidarietà all’azzurro.  

SPORTEVAI | 29-04-2019 09:57

Napoli, tifosi spaccati: sul web il messaggio a Callejon   

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...