,,
Virgilio Sport SPORT

Ex Napoli stronca Sarri sullo scudetto lasciato in albergo

Christian Maggio torna a parlare del rocambolesco finale della scorsa stagione: "Solo chiacchiere".

L'ultima partita di Christian Maggio con la maglia del Napoli resterà lo 0-0 di Milano di metà aprile 2018, una delle tante partite-chiave costate agli azzurri uno scudetto che a un tratto era sembrato davvero vicino. La parata di Donnarumma sul tiro di Milik fece sfumare due punti che avrebbero fatto comodo, sullo stesso campo dove, una settimana più tardi, la Juventus piegò l’Inter in rimonta tra le polemiche. Si sarebbe tutto deciso in quelle ore, perché all’indomani il crollo della squadra di Sarri a Firenze chiuse i giochi condannando Hamsik e compagni a un altro secondo posto.

La polemica sullo “scudetto perso in albergo”, espressione usata dallo stesso Sarri per spiegare il contraccolpo psicologico subito dalla squadra dopo la vittoria della Juventus, ha fatto dibattere per settimane, prima che l’attualità prendesse il sopravvento con l’esonero di Sarri e l’arrivo di Ancelotti. Ma l’estate scorsa in casa Napoli è stata anche quella dell’addio di Maggio, una delle bandiere dell’era De Laurentiis insieme a Marek Hamsik. Dopo dieci anni di militanza l’esterno classe ’82 non è stato rinnovato il contratto, ma l’amarezza più grande è stata la mancata passerella davanti ai propri tifosi nell’ultima partita contro il Crotone.

Un vulnus che Maggio, approdato poi al Benevento, non ha dimenticato, come ammesso in un’intervista a 'Radio Crc': “Napoli è stata una pagina lunga della mia carriera, dieci anni non si dimenticano facilmente, ho avuto anche l’onore di essere capitano. Poteva finire in bellezza, ma così non è stato purtroppo. Non so perché Sarri non mi abbia concesso quella partita, ma non mi interessa, mi sono comunque goduto il giro di campo finale. Io non ci ho più parlato. La cosa più importante per me è quella di essere ricordato dai tifosi con grande affetto, ancora oggi mi fermano e me lo ricordano".

Intanto che c’è, Maggio è tornato anche sul ko di Firenze, criticando la locuzione “sarriana”: “Scudetto perso in albergo? Io penso che sono state chiacchere fuori dal comune. La partita l’abbiamo vista e commentata, ma credo sia stata una giornata storta. Dire che l’abbiamo persa in albergo è stato esagerato. La cosa è stata montata un po’ troppo. Poi è chiaro che ogni giocatore le vive diversamente e che quando vedi certi episodi lì per lì si commentino, ma è finita lì. A Firenze purtroppo è stato un mix di cose, la partita è iniziata male. È stata una giornata storta ed è andata così”. 

Infine, un parere sulle potenzialità della squadra di Ancelotti: “Secondo me sono stati fatti dei buoni acquisti. Fabian Ruiz è in grande spolvero, Verdi meno per qualche problemino fisico, ma ha grandi qualità. Rispetto all'anno scorso c’è una rosa più ampia. La Juventus ha uno squadrone e può vincere tutto, ma il Napoli deve continuare a crederci, otto punti sono tanti, ma non bisogna mollare".
 

SPORTAL.IT | 05-12-2018 15:40

Ex Napoli stronca Sarri sullo scudetto lasciato in albergo Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...