Virgilio Sport

Napoli, Ziliani: “Oggi si sono svegliati tutti diversi”

Il giornalista torna sull’episodio di Parigi e lancia la sua accusa al calcio italiano

09-12-2020 16:07

Il caso scoppiato nel corso del match tra PSG e Basaksehir ha generato un vespaio di polemiche nel mondo del calcio. Le frasi che il quarto uomo avrebbe rivolto all’indirizzo di un giocatore della squadra turca hanno portato alla sospensione della partita e soprattutto al fatto che il mondo del calcio anche quello nostrano, si interroga e si pone la questione razzismo. 

L’accusa di Ziliani

Nel calcio italiano il problema razzismo è qualcosa che esiste e di cui forse non si parla abbastanza, ma sono tanti gli episodi che hanno avuto luogo anche nel campionato italiano. In alcuni di questi è stato coinvolto il giocatore del Napoli, Kalidou Koulibaly. In almeno un paio di circostanze il giocatore è stato preso di mira dal pubblico, facendo capire tutto il suo disappunto. 

A lanciare l’accusa è ora il giornalista Paolo Ziliani che dal suo profilo Twitter scrive: “Ma che bellezza: oggi dopo l’uscita dal campo di PSG e Basaksehir per la frase razzista del quarto uomo, tutti antirazzisti anche nel nostro orticello. Peccato non esserlo quando il razzismo ci tocca da vicino: e accusiamo che ne è bersaglio di vittimismo”. E ad accompagnare le sue parole alcune foto del difensore del Napoli. 

La reazione dei social 

I social intervengono con veemenza nella questione e Fabrizio fa notare anche un altro episodio: “Rimanendo in tema arbitrale, ti ricordi Sampdoria-Napoli del 2018 in cui Gavillucci interruppe la partita per 5 minuti per cori di discriminazione territoriale contro il Napoli? Gavillucci non arbitrò più dall’anno dopo, ecco l’Italia”. Mentre Mario fa notare: “A mio modo di vedere non c’è paragone. Quello che è successo a Milano a Koulibaly è di gran lunga peggiore, quello senza dubbio è stato un episodio di razzismo”. 

Mentre Raimondo prova a distinguere le cose: “La questione è un po’ diversa, ieri la frase razzista è partita da chi in campo rappresenta l’istituzione calcistica che tanto si batte per combattere questo fenomeno, non da una parte della tifoseria”. 

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...