Virgilio Sport

Neymar rotola verso la finale

Tra gol pesanti e qualche caduta di troppo l'attaccante del Paris Saint-Germain trascina il Brasile: e ha già fatto meglio di Ronaldo e Messi...

Pubblicato:

Neymar rotola verso la finale Fonte: 123RF

Partito come il Mondiale dell’eterno duello tra Cristiano Ronaldo e Leo Messi, che in Russia erano attesi all’ultima chiamata per provare a conquistare uno dei pochi titoli mancanti alle proprie luccicanti bacheche, l’edizione 2018 sembra poter essere ricordata come quella che fisserà una nuova rivalità, destinata a segnare quantomeno tutto il prossimo decennio: Kylian Mbappé o Neymar? In due fanno meno di 50 anni, contro gli oltre 60 del portoghese e dell’argentino, e forse proprio per questo sembrano patire meno la pressione rispetto agli illustri colleghi. Il francese ha mandato a casa senza complimenti proprio Messi, mentre O’Ney non ha ancora affrontato avversari davvero probanti nelle prime quattro partite, ma è già riuscito dove Cristiano e Leo non si sono spinti e con ogni probabilità non riusciranno a spingersi, ovvero segnare un gol nella fase ad eliminazione diretta del Mondiale. Sembra essere questa la nuova frontiera per giudicare un fuoriclasse, segnare quando serve davvero e allora dopo aver mancato l’obiettivo quattro anni fa in casa contro Cile e Colombia, prima di venire abbattuto da Zuniga, Neymar ha risposto presente contro il Messico, spingendo in rete un pallone facile facile servitogli da Willian.

Certo, la prestazione del fuoriclasse del Paris Saint-Germain non è stata memorabile, come non lo sono state quelle della fase a gironi, ma non va dimenticato che il ragazzo viene da tre mesi di inattività per l’infortunio al piede subito a febbraio e che la condizione, anche a fine stagione, si riacquisisce giocando. Tite non può fare a meno del suo talento, ma di sicuro Neymar potrebbe fare a meno di qualche caduta, anzi rotolata, di troppo. Nelle gare giocate finora in Russia non sono mai mancate, neppure contro il Messico, quando il numero 10 verdeoro ha teatralizzato un tocco malizioso, ma non violento, di Layun nei minuti finali. Il difettuccio fa innervosire gli avversari e potrebbe non giovare neppure al diretto interessato nella prosecuzione del torneo e della carriera, ma essere il leader di una delle poche grandi rimasta in lizza può far dimenticare tutto. Peraltro in vista c’è un nuovo obiettivo, quello di avvicinare ulteriormente Ronaldo nella classifica marcatori all time della Seleçao: 57 contro 62, sarà difficile farcela già in Russia, ma nulla è impossibile così come negli anni agguantare Pelé che guarda tutti dall’alto con 77 centri. Quei due fenomeni però di Mondiali in bacheca ne hanno rispettivamente tre e due: a 26 anni bisogna cominciare a ridurre le distanze…

SPORTAL.IT

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Salernitana
SERIE B:
Modena - Catanzaro

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...