Virgilio Sport

Non basta Cristiano Ronaldo, la Juventus è fuori dalla Champions

L'Ajax sfodera una prestazione pazzesca: bianconeri rimontati e sconfitti.

Pubblicato:

Non basta Cristiano Ronaldo, la Juventus è fuori dalla Champions Fonte: 123RF

Un Ajax strepitoso rimonta ed elimina la Juventus dalla Champions League. Le speranze bianconere si infrangono di fronte ai ragazzi terribili di Ten Hag, che ribaltano la rete di Ronaldo con i gol di Van De Beek e De Ligt, espugnano lo Stadium imponendosi per 2-1, e si qualificano meritatamente in semifinale.

Secondo tempo spaziale degli olandesi, che sovrastano fisicamente e tatticamente i campioni d’Italia: rimandati ancora una volta i sogni di gloria in Europa dei torinesi.

Grande equilibrio e intensità nel primo tempo: la Juve parte a ritmi sostenuti ma il primo quarto d’ora scivola senza particolari emozioni, a parte un tentativo di rinvio errato di Onana che quasi favorisce Emre Can. All’11’ si fa male il terzino degli ospiti Mazroui, dentro Sinkgraven. I bianconeri spingono proprio dalla parte del neo entrato e lo mettono più volte in difficoltà, ma la prima palla gol è targata Ajax che al 21′ ha una fiammata con Van De Beek, tocco di poco alto dopo una bella azione corale dei Lancieri.

Al 29′ la Juventus passa. Bernardeschi con una percussione guadagna un corner, su calcio d’angolo Pjanic pesca Cristiano Ronaldo che incorna l’1-0. Momenti di suspense dopo la rete del portoghese quando l’arbitro Turpin viene richiamato dal Var, ma il fischietto francese giudica regolare il gol bianconero (De Ligt cade ma è Veltman che lo spinge addosso a Bonucci).

L’entusiasmo dello Stadium dura però pochissimo: al 34′ Van De Beek, pescato per caso da un tiro sbilenco da fuori area di Ziyech, pareggia immediatamente con un preciso diagonale che trafigge Szczesny. Meglio la Juve nel finale di tempo, ma l’Ajax tiene fino all’intervallo.

Dybala, uscito acciaccato (si teme un problema muscolare), viene cambiato durante l’intervallo: al suo posto il baby bomber Kean.

Nella ripresa l’Ajax cambia marcia: la Juve soffre fin da subito gli scambi stretti e la tecnica degli olandesi, che non danno riferimenti in attacco e creano due palle gol nitide con Van De Beek e Ziyech. Decisivo nella seconda occasione Szczesny con una splendida parata.

La Juventus fatica e pasticcia in attacco e dietro balla paurosamente: al 58′ Szczesny in tuffo salva ancora una volta la porta bianconera sulla conclusione da lontano di Van de Beek.

Intimorita dall’aggressività e dal gioco degli avversari la Juve perde metri di campo e lucidità nella manovra: una combinazione Ronaldo-Kean, con il classe 2000 che mette fuori di poco al 60′, ridà fiato ad uno Stadium in apnea. Poco dopo Pjanic è decisivo in chiusura su un fulmineo contropiede della squadra di Ten Hag.

Allegri cerca di dare una sterzata, inserendo Cancelo per De Sciglio e disponendo i suoi con un 3-5-2. Ma non c’è niente da fare: l’Ajax è scatenato e al 68′ trova la rete del vantaggio. Su corner De Ligt sovrasta Alex Sandro e Rugani e trova il 2-1 che condanna la Juventus a fare due reti nel finale di partita.

La squadra bianconera non riesce a reagire e perde fiducia: Neres al 74′ si divora il 3-1 mettendo fuori da pochi passi. Dopo alcuni minuti arriva la timida reazione: al 76′ Kean di testa su cross di Cancelo mette a lato, al 78′ Ronaldo cade in area e chiede il rigore, l’arbitro tira dritto.

All’80’ annullato un gol di Ziyech per fuorigioco. L’ultimo cambio di Allegri: Bentancur per Bernardeschi. Al 90′ la Juve reclama un rigore per fallo di mano in area, ma dopo il controllo del Var, Turpin decide di non assegnarlo. Finisce così.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...