,,
Virgilio Sport SPORT

Offese e censure, Iran-Spagna non finisce mai

La gara vinta di misura dalla Roja ha scatenato polemiche inattese: protagonista anche un grande ex della Nazionale spagnola.

23-06-2018 23:30

Il 21 giugno 1998 l’Iran vinse la prima partita della propria storia nella fase finale di un Mondiale, non contro un avversario qualunque, ma al cospetto degli Stati Uniti, rivale anche sul piano politico. L’attesa per il bis è durata 20 anni, quando un’autorete del difensore del Marocco Bouhaddouz ha permesso alla squadra di Queiroz, al secondo Mondiale alla guida dell’Iran, di restare in corsa fino all’ultimo per la qualificazione nonostante il ko di misura contro la Spagna. Proprio la partita persa a contro la squadra di Hierro si sta però trasformando in un vero e proprio caso, sportivo e non solo. Nel mirino dei giocatori iraniani è infatti entrato Diego Costa, non per il gol decisivo, ma per qualche atteggiamento provocatorio sopra le righe, non proprio inedito nella carriera dell’attaccante. Il portavoce è Morteza Pouraliganji, il difensore che ha dovuto marcare Diego Costa e che ha attaccato duramente il centravanti ex Chelsea, accusato di provocazioni durate per tutta la partita: "Ha cominciato a insultarmi dopo 10 minuti, si è comportato in modo immorale. Mi ha guardato e ha offeso mia madre, mia sorella, mia cognata e altri membri della mia famiglia. Voleva farmi arrabbiare, perché credeva fossi inesperto, ma io ho mantenuto il controllo, ho pensato al bene dell'Iran, non volevo farmi espellere. Il gol? Avrà toccato cinque palloni in tutta la partita, il gol segnato è stato un colpo di fortuna".

Ma se tutto questo riguarda il campo, un fatto ancora più incredibile è avvenuto nel pre-gara quando all’ex colonna del Barcellona e della Spagna Carles Puyol è stato impedito di commentare in diretta la partita per la tv iraniana. Il motivo lo spiega lo stesso difensore: "Non mi hanno voluto per colpa dei capelli troppo lunghi". Una verità sorprendente, che ha fatto infuriare lo stesso giornalista iraniano che avrebbe dovuto andare in diretta con Puyol: in segno di protesta, allora, Adel Ferdosipour ha lasciato per qualche minuto il programma. 

SPORTAL.IT

Offese e censure, Iran-Spagna non finisce mai Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...