Virgilio Sport

Pellegatti rivela i difetti del primo obiettivo del Milan

Sul web i tifosi si dividono sul parere della storica voce di Milan Channel

Pubblicato:

Pellegatti rivela i difetti del primo obiettivo del Milan Fonte: Ansa

Tra i nomi che ballano per il prossimo mercato del Milan compare sempre più spesso quello di Saint Maximin, attaccante del Nizza che sta facendo bene in Ligue1. Ovvio che il presente, e la necessità di catturare il quarto posto utile per la Champions, sia la priorità dei rossoneri ed il primo pensiero dei tifosi ma è giusto guardare anche alla prossima stagione. Di Saint Maximin parla anche Carlo Pellegatti. La storica voce di Milan Channel, sul suo canale Youtube, dice: “Conosciamo il suo estro, il suo funambolismo, va apprezzata la sua capacità di giocare in più ruoli e nel Nizza sta capitalizzando le occasioni ma c’è un ma. Sono stato a Nizza e l’ho visto in allenamento, ho sentito anche le parole del tecnico Vieira che ha grandi pretese. L’ho sentito dire a Saint Maximin: Che stai facendo, più veloce, più veloce. Voleva più intensità. Ecco, il Milan deve sapere che prendendolo, acquisterà un giocatore molto forte e spettacolare ma attenzione, deve essere sempre pressato in allenamento, va stimolato, deve crescere come intensità in allenamento”.

IL RISCHIO – Per Pellegatti però si tratterebbe di un rischio che la dirigenza rossonera ha messo in preventivo: “Come tanti grandi giocatori è un po’ “estroso”, su quel punto lì il Milan dovrebbe lavorare. E’ un Milan che conosce queste caratteristiche estrose del giocatore, che va sollecitato. Per l’80% è grande, per il 70% pronto per una grande squadra ma il Milan ha già conosciuto giocatori molto vivaci e ci sarebbe da lavorare molto. Il Milan però lo sa ed è lo spartiacque tra buttarsi su di lui e riflettere prima di prenderlo”.

LE REAZIONI – Arrivano a raffica i commenti: “Basta mezzi giocatori. Sono stanco di lottare ogni anno , da sette anni , con Lazio , Atalanta , Roma….” o anche: “Ieri si è mangiato un gol clamoroso, per me non è da Milan”. Per qualcuno è un ottimo giocatore ma la maggioranza lo boccia: “Io sarei orientato più su Deulofeu in coppia con Everton come ali e al centro Paquetá, unica punta Piatek” o anche: “Giocatore parecchio fumoso, a parte dribbling a centrocampo fa pochissimi gol e assist, un Suso francese che non vede la porta”. I paragoni si sprecano: “Ragazzi questo è un Castillejo 2.0. Veloce si, ma tecnicamente poca roba. 6 goal in Francia, giocando spesso come attaccante.. È pochissimo. Tanto fumo e poco arrosto” e infine: “Abbiamo bisogno di top, incominciare dall’allenatore in panchina e via di seguito … invece di spendere 150 milioni per comprare delle mezze figurine come Chalanoglu, Rodriguez e gli altri 10 acquisti fatti da Mirabelli”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Non farti bloccare dalle paure

Caricamento contenuti...