,,
Virgilio Sport SPORT

Per Sconcerti non è solo duello Inter-Juve

L'editorialista del Corriere della Sera aggiunge un posto a tavola

Lo stop della Juve e il sorpasso dell’Inter, ma non solo. Nella domenica che cambia la classifica e segna un passaggio epocale in serie A Mario Sconcerti trova un’altra protagonista importante che potrebbe rendere ancora più avvincente questo campionato, incerto come nessuno degli ultimi anni. L’editorialista del Corriere della Sera aspetta il prossimo turno ma fa capire che potrebbe aggiungersi un posto a tavola nella lotta al vertice.

LA COLPA – Nello spiegare il passo falso della Juve col Sassuolo, Sconcerti attacca Sarri per la scelta di Buffon come portiere titolare perchè a suo avviso il portiere è unico, si cambia quando sta male o commette troppi errori.

IL LUSSO – Permettersi anche solo il lusso di far giocare Buffon per farlo entrare in un record è qualcosa di velleitario che non rispetta nemmeno Buffon e di certo non rispetta il calcio.

SOFISTA E BIZANTINO – Poi il giornalista si avventura in metafore e iperboli e nel descrivere il successo dell’Inter scrive che “Conte è il gesuita dell’eresia sufficiente, vive per punire chi si ferma, chi si accontenta. Conte è un sofista demoniaco che trasforma tutto in energia e solerzia, a mani giunte… La Juve ha un calcio imperiale ma bizantino. L’Inter è monacale, di quelle fedi sottili dove il peccato è sempre presente ma è come un equivoco, bastano tre preghiere per redimersi e nel frattempo esisti, resisti”.

LA DIFFERENZA – Dopo aver rimarcato una differenza tecnica, ovvero la coppia di attaccanti della Juve ha segnato 10 gol (più Higuain o Dybala, dipende chi si esclude). Quella dell’Inter 18. Una fa molto meno di un gol a partita, l’altra molto di più, ecco l’idea sul terzo incomodo.

FATTORE CIRO – Partendo dai 23 gol segnati finora da Immobile e Correa e sottolineando che il bomber biancoceleste è un attaccante da 40 gol a stagione che segna come pochi in Europa, Sconcerti ricorda che sabato c’è Lazio-Juventus e sottolinea che sono anni che la Lazio si è sempre fermata alle porte della cucina, “come non avesse il coraggio di gridare la sua fame. Se però batte la Juve, stavolta bisogna aggiungere un posto a tavola”.

SPORTEVAI | 02-12-2019 08:35

Per Sconcerti non è solo duello Inter-Juve Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...