Virgilio Sport

Piano speciale della Juve per Ronaldo, il web insorge

La soluzione ventilata per il rientro in Italia del fenomeno portoghese (doppio tampone e mini quarantena abbreviata) indigna i tifosi sui social.

Pubblicato:

Piano speciale della Juve per Ronaldo, il web insorge Fonte: ANSA

La ripresa del campionato è un’eventualità sempre più concreta e le squadre che hanno lasciato partire i propri assi stranieri hanno ora il problema del ritorno: come regolarsi con la quarantena? Bisogna anticiparne il rientro? Qualcuno, come Gonzalo Higuain, ha fatto sapere per vie traverse di non essere entusiasta di ricominciare, per usare un eufemismo.

Il regolamento

In teoria non ci sarebbe troppo da discutere, visto che le leggi nazionali impongono un periodo di isolamento di 14 giorni per chiunque metta piede in Italia dall’estero. Qualcuno, però, sta pensando a un piano alternativo. Come conciliarlo con le disposizioni vigenti? Mistero.

Doppio tampone

Il giornalista Giovanni Capuano, ad esempio, condivide sul suo account Twitter l’articolo del Corriere dello Sport riguardante il piano speciale della Juve per Cristiano Ronaldo. Ecco il testo del messaggio: “La Juventus potrebbe consentire a Ronaldo di restare in Portogallo fino all’ultimo momento utile per poi fargli fare un doppio tampone al rientro in Italia, accorciando così a 5-7 giorni il tempo prima di poter ricominciare ad allenarsi con i compagni”. 

Quarantena da divo

Già la permanenza di CR7 nella natìa Madeira, per la verità, non è stata immune da critiche. Hanno fatto scalpore, in Portogallo e non solo, le concessioni della polizia locale al fenomeno della Juventus e ai suoi vezzi, tra cui quello di poter passeggiare liberamente con Georgina, figli e security, tra le strade di una Funchal deserta per prendere un po’ d’aria.

Santi in Paradiso

Come reagirebbero gli italiani, però, se a Ronaldo fosse riservato un trattamento speciale? La cronaca è piena di episodi anche curiosi e grotteschi, di multe salatissime a gente che andava al lavoro o che aveva dimenticato la certificazione. L’opinione pubblica, anche di fede juventina, vedrebbe di buon occhio un eventuale trattamento di favore per gli assi del calcio, in nome della loro popolarità?

Indignazione

La risposta è: non tanto. Almeno a giudicare dal mix di amara ironia e feroce acredine che contraddistingue i commenti all’eventualità prospettata dal Corriere dello Sport e diffusa sul web da Capuano. “Lui può”, ironizzano in molti. “Il doppio tampone è forte, vien da pensare male”, sottolinea Roberto. Massimiliano invece è furibondo: “La Juventus non è sopra la legge. Per cui Ronaldo o rientra oggi oppure non si può allenare (se mai si riaprirà) dal 4 maggio. È una legge dello Stato a prevedere quarantena. Quindi basta con queste cavolate”. Altri tifosi insorgono: “Questa è una violazione della legge! Qualcuno intervenga! Come fanno per i cittadini con droni e pattuglie”, scrive un sostenitore del Milan.

Il piano B

C’è anche chi propone, tra il serio e il faceto, una soluzione ad hoc per Ronaldo: “Sarebbe meglio spostare direttamente le partite che restano in Portogallo. Eviteremmo anche il volo in Italia. Magari le partite si potrebbero svolgere direttamente nel giardino di casa”. Ma anche questa soluzione grottesca genera discussioni. “Con il focolaio a 20 km?“, chiede infatti preoccupata Valeria.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi
SERIE A:
Lazio - Salernitana
SERIE B:
Modena - Catanzaro

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...