Virgilio Sport

Pistocchi a gamba tesa su caso-Juve: Dimissioni subito

Polemica social dopo le proteste contro gli arbitri

07-02-2020 08:46

Pistocchi a gamba tesa su caso-Juve: Dimissioni subito Fonte: 123RF

Tutto è (ri)nato con Juventus-Fiorentina. Non che prima non ci fossero state polemiche, sia chiaro, ma è dallo sfogo di Commisso nel post-gara che è iniziata una valanga di parole di contestazione nei confronti della classe arbitrale che sembra non avere fine. I veleni del girone d’andata erano stati gestiti diversamente, adesso si ha l’impressione che in troppi siano stufi e preoccupati al tempo stesso.

L’ATTACCO – E’ il pensiero anche di Maurizio Pistocchi. Il giornalista di Mediaset mette nel mirino il presidente dell’Aia ed attacca su twitter.

IL TWEET – Pistocchi scrive: “Nell’ultima settimana sono esplosi contro la gestione arbitrale il presidente della Fiorentina, Commisso, l’allenatore della Roma , Paulo Fonseca, l’ex-arbitro internazionale Robert Boggi. In un Paese normale Nicchi sarebbe dimissionato: invece qui si parla di Giorgina a S.Remo”.

LE REAZIONI – Fioccano reazioni indignate: “Io spero veramente che queste uscite portino a qualcosa di concreto, perché adesso,veramente, non ce la faccio più…sono riusciti a farmi quasi odiare il mondo del calcio,del quale,una volta, non riuscivo a fare a meno!”.

IRONIA – I follower usano accenti ironici: “Mediaset Sport dedicherà un servizio a Giorgina e ci ricorderà che Cristiano ha compiuto 35 anni e due giorni di vita”.

LE CRITICHE – La maggioranza dei tifosi è d’accordo con Pistocchi: “Nicchi non solo non sarà dimissionato ma sarà rieletto, le accuse di Fonseca sono quanto di peggio si possa dire agli arbitri, ma agli ovini va bene così e i media obbediscono e tacciono” oppure: “Nicchi non può essere licenziato perché fa bene gli interessi dei suoi datori di lavoro occulti (non troppo)”.

CONTRARI – Non mancano però le voci di chi non è d’accordo con tanta dietrologia: “Tutti che sbraitano su Calciopoli 2.0 ma nessuno dei quattro porta una prova o fa una denuncia”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...