,,
Virgilio Sport SPORT

Proclami e polemiche, Inter e Milan infiammano la vigilia del derby

Conte torna sulla lite Lukaku-Brozovic e se la prende con la "talpa", Giampaolo invoca tranquillità e lancia la sfida ai nerazzurri.

A poche ore dal derby della Madonnina numero 224 della storia, Inter e Milan infiammano la vigilia, con Antonio Conte che torna sulle polemiche interne relative alla presunta “talpa” all’interno dello spogliatoio nerazzurro e Marco Giampaolo che invoca tranquillità dopo l’intervento della dirigenza rossonera, che ha chiesto miglioramenti nel gioco, finora non convincente, e la risoluzione del caso-Paquetà, dopo i malumori emersi in seguito alla prestazione incolore del brasiliano contro l’Hellas Verona.

Sulla sponda nerazzurra, tiene banco la questione delle notizie interne filtrate, secondo Conte, un po’ troppo facilmente ai giornali: “Altri club sono più bravi a gestire certe cose – ha dichiarato in conferenza stampa -. Fuori dal campo ci sono grandissime lacune, dobbiamo colmarle tutti assiemee non fare riferimento a quello che succedeva in passato. Dobbiamo cercare di cambiare tutti insieme, perché non si vince solo in campo, ma anche fuori, sia chiaro. Non è una cosa accettabile, e può diventare un alibi, per questo dobbiamo cambiare i giri del motore”.

Di un certo effetto le dichiarazioni sulla gestione del comportamento di alcuni tifosi negli stadi italiani: “In Inghilterra se due o tre provano a far qualcosa, li mettono in prigione e buttano la chiave – ha detto Conte sulla base della sua esperienza in Premier League, al Chelsea -. In Italia c’è più odio, si va allo stadio per insultare il calciatore, l’avversario, i colori. Sarebbe bello, invece, incitare la propria squadra. I bambini avrebbero bisogno di sentire questo e non osservare ambienti borderline”.

Per quanto riguarda il Milan, invece, Giampaolo assicura di non sentirsi sotto pressione, nonostante il colloquio avuto in settimana con Zvonimir Boban con alcuni punti dolenti di questo inizio di stagione all’ordine del giorno: “Ho visto bene la squadra, non ho visto nervosismo – ha dichiarato il tecnico rossonero, predicando tranquillità dopo i dubbi relativi alle recenti prestazioni -. Dico sempre ai giocatori di divertirsi in maniera responsabile, essere un po’ bambini, quando ci divertivamo passandoci la palla, lo spirito deve essere sempre quello”.

Una delle richieste della dirigenza è il maggior coinvolgimento dei nuovi acquisti, ma Giampaolo è orientato ancora una volta a preferire la vecchia guardia, con Biglia titolare e Bennacer in panchina almeno all’inizio: “Lucas è un giocatore esperto, sa giocare le partite – ha detto Giampaolo -. Per me resta un giocatore molto importante, garantisce esperienza alla squadra”.

Sul bel gioco che è mancato nelle prime tre giornate di campionato, l’allenatore del Milan ha poi concluso: “Ogni partita è buona per svoltare. Nelle prime amichevoli abbiamo fatto vedere buone cose, in campionato un po’ meno. Nel derby vince chi è più bravo a sfruttare certi dettagli, noi abbiamo lavorato molto in settimana e vogliamo vincere”.

SPORTAL.IT | 21-09-2019 09:03

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...