,,
Virgilio Sport SPORT

Procura nel mirino: Sentite cori razzisti solo per i napoletani?

Sul web polemica per il referto soft sui cori razzisti a Kean

L’indignazione è stata generale ed ha anche travalicato i confini nazionali: tutti (o quasi) a condannare i cori razzisti a Kean a Cagliari, anche chi – come Bonucci – è stato costretto a un chiarimento per spiegare meglio le proprie parole. Tutti tranne gli ispettori della Figc che, come rivela la Gazzetta, hanno stilato un referto assai morbido. Non hanno sentito ululati prima del gol e i cori successivi sono stati derubricati a “reazione” a una “provocazione”. Una tesi che sta facendo imbufalire un po’ tutti, soprattutto tifosi della Juve e dell’Inter che ci vedono prevenzione. Molti accusano la Procura di avere “orecchie” solo se la discriminazione è contro Napoli o i giocatori del Napoli (vedi Koulibaly con la chiusura di San Siro dopo i fatti dello scorso dicembre). La polemica insomma assume un duplice aspetto sui social: in difesa di Kean, vittima di razzismo, e contro presunti favoritismi a Napoli.

LE REAZIONI – C’è chi ricorda: “A San Siro invece…ci hanno sentito benissimo…per ben due volte. Io sono d’accordo che si paghi caro per il razzismo…ma lo devono fare tutti…sono state fatte orecchie da mercante a Roma, Firenze, Bologna…adesso Cagliari….sarebbe opportuno che si cambiasse registro” o anche: ” Gli ululati razzisti si sa, si sentono solo a San Siro. Anzi, San Siro ha il magico potere di trasformare in ululati anche i fischi. È una vergogna. Kean ha fatto bene a rispondere provocandoli con quell’esultanza, visto che per il razzismo nessuno vuol far nulla”, oppure: “Lo dico sempre, il vero razzismo è in base al colore della maglia”.

L’ACCUSA – Qualcuno non fa giri di parole: ” La Figc e, in particolare, la sua Procura Federale è da anni un “covo” di napolisti. È sufficiente dare un’occhiata alle biografie di chi ci lavora, o che ci ha lavorato, per capirlo” e addirittura ” Quando la maglia che indossi e’ a strisce anziché azzurra con la scritta Lete accadono queste cose… ” e anche: “Gli ululati si sono avvertiti in TV dall’inizio del secondo tempo. Che un ispettore neghi l’evidenza è un fatto semplicimente “discriminatorio”. Fosse stato Koulibaly sarebbe successo il finimondo”. Sono commenti a senso unico: ” Non è la prima volta, dov’è la novità? Siamo tutti Koulibaly, forse perché è della squadra del Procuratore Federale, ma non siamo tutti Kean perché quelli vincono sempre e sono antipatici”.

SPORTEVAI | 04-04-2019 12:24

Procura nel mirino: Sentite cori razzisti solo per i napoletani? Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...