,,

Virgilio Sport SPORT

Psicodramma Vettel, Leclerc si è preso la Ferrari

Per molti è già avvenuto il cambio di leadership a Maranello.

La crisi di Sebastian Vettel è sotto gli occhi di tutti e non può più essere nascosta. L'ennesimo errore del pilota tedesco, lo sciagurato tamponamento di Verstappen a Silverstone, è solo l'ultimo episodio del grande momento di difficoltà della prima guida della Ferrari, che nelle ultime uscite è stato costantemente più lento del compagno di squadra Charles Leclerc, sia nelle prove, sia in gara.

Di contro il monegasco sta crescendo esponenzialmente (negli ultimi quattro Gran Premi ha conquistato quattro podi, tre terzi posti e una piazza d'onore), ed ora si trova a soli 3 punti dal dimesso quattro volte campione del mondo: il sorpasso in classifica generale è nell'aria, quello nella leadership del team forse è già avvenuto.

La differenza tra i due piloti ferraristi è stata lampante nelle interviste nel dopo gara: a Leclerc brillavano gli occhi ("Mi si sono aperti dopo Zeltweg, lì ho capito quanto posso essere aggressivo"), il rookie sta spostando i suoi limiti più avanti, e il suo entusiasmo sta contagiando anche i tifosi finora delusi dalla pessima stagione di Maranello. I suoi duelli con Verstappen hanno convinto anche i più scettici.

Vettel invece è sembrato spento, abbattuto, neanche arrabbiato per l'errore commesso, quasi rassegnato. Un atteggiamento che si è visto anche in pista, quando neanche dopo l'assist della safety car il ferrarista è riuscito a mantenere la sua posizione. Quello che doveva essere il suo rivale a inizio stagione, Hamilton, è ad anni luce.

Tifosi e addetti ai lavori si interrogano sul possibile cambio di leadership. "Mentre il ragazzino cresce in autorevolezza, il quattro volte campione del mondo sembra incapace di evitare errori già visti, quella tendenza ormai cronica a trasformare un affronto agonistico in un disastro irrimediabile. Verstappen l’aveva appena passato; la reazione è stata immediata, affannosa, fuori misura. Come un bambino, reagisce subito e male a una minaccia diretta", scrive il Corriere della Sera. "La testa del quattro volte campione del mondo va in tilt mentre il ragazzino con la Rossa compie sorpassi da leggenda".

"Un anno dopo il trionfo 'a casa loro', Sebastian Vettel è ancora il protagonista del Gp di Gran Bretagna e non era facile prendersi l’Oscar al contrario", spiega La Stampa.

SPORTAL.IT | 15-07-2019 10:38

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...