,,
Virgilio Sport SPORT

Ribery perde la testa, ora rischia una lunga squalifica

Nervoso per la sostituzione, a fine gara spintona il guardalinee.

Serata da dimenticare per la Fiorentina. Oltre alla sconfitta casalinga contro la Lazio, condita da diverse proteste legate al gol vittoria di Ciro Immobile, i viola hanno dovuto fare i conti con un Franck Ribery decisamente nervoso. L’ex stella del Bayern Monaco si è resa protagonista di diversi comportamenti “oltre il limite”. Prima l’arrabbiatura, manifestata in ogni modo, per la scelta del tecnico Vincenzo Montella di sostituirlo, poi la spinta al guardalinee.

Più che la vivace protesta nei confronti del suo allenatore, fa notizia soprattutto l’esagerato ed eccessivo comportamento del 36enne gigliato al termine del match. Dopo essere rimasto, scuro in volto, in panchina per alcuni minuti al termine della partita, Franck Ribery è scattato verso il campo, arrivando a strattonare pesantemente Matteo Passeri, assistente dell’arbitro Marco Guida. Una “follia” che potrebbe portare ad una lunga squalifica dello stesso fuoriclasse della Fiorentina.

Vincenzo Montella, nel post match, ha cercato di “smorzare gli animi” sulla questione Franck Ribery: “Lo vedevo stanco: non ho visto quello che ha fatto in panchina, ma mi piace la sua reazione perché è l’adrenalina del campione. Mi sembrava un po’ stanco”, le sue parole in sala stampa.

Stanco ma arrabbiatissimo. Le sue proteste nei confronti di Vincenzo Montella sono proseguite per diverso tempo. Il destino ha poi voluto che, proprio mentre il francese si trovava in panchina, la Lazio abbia trovato la rete della vittoria con il solito Ciro Immobile.

La voglia di giocare, sempre, di Franck Ribery è evidente. Dopo aver trascorso le ultime due stagioni da riserva di lusso al Bayern Monaco, il 36enne attaccante “pretende” di avere tanto spazio alla Fiorentina, club con cui si sta rilanciando.

Che sia un tipo fumantino lo si è sempre saputo. Durante la sua lunghissima carriera, ci ha sempre messo la faccia, rischiando anche più del dovuto. Come nel 2010, quando è finito sotto inchiesta per presunti rapporti sessuali con una minorenne (è stato scagionato dalle accuse quattro anni dopo).

Ora la Fiorentina rischia di perderlo per diverse partite. Sicuramente non ci sarà nella delicatissima sfida di mercoledì, sul campo del Sassuolo. Una gara che i viola devono vincere a tutti i costi per riprendere la propria marcia. Dovranno farlo senza l’apporto di Scarface.

SPORTAL.IT | 28-10-2019 09:27

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...