,,
Virgilio Sport SPORT

Roma eliminata: beffa supplementari e Var con il Porto

Il 3-1, maturato dopo 120 minuti, è segnato da due episodi arbitrali molto discutibili.

Porto-Roma 3-1 sancisce un'amarissima eliminazione dalla Champions League per la Roma, che all'Estadio do Dragao se la gioca fino ai supplementari e viene beffata da due episodi da Var: il rigore del Porto viene assegnato (e trasformato), quello dei giallorossi no. E le polemiche in tal senso di certo non mancheranno.

La Roma parte con una formazione molto prudente: Di Francesco lascia in panchina El Shaarawy e Schick, lanciando Perotti insieme a Dzeko e Zaniolo. Ci sono poi De Rossi e Nzonzi in mediana e non i più offensivi Pellegrini e Cristante. In più sulle fasce agiscono Karsdorp e Kolarov, ma con la difesa a tre (Juan Jesus-Manolas-Marcano), rendendo lo schema una sorta di 5-3-2 riadattato. E i giallorossi sin dalle prime battute badano soprattutto a chiudersi, ma il Porto non sta a guardare: così Corona sfiora la rete dopo appena 3 minuti e nei primi minuti anche Telles ha una buona occasione.

Dopo un altro tentativo di Corona (che alza troppo la mira) e una Roma che si limita a guardare, il Porto va in vantaggio: merito di Marega, che al 26' ruba palla a Manolas, triangola con Corona e poi va al cross per Tiquinho Soares, che deve solo depositare in rete il pallone. La Roma ha bisogno di un gol e lo trova dopo poco più di dieci minuti: Perotti sfida in dribbling Militao e si fa stendere in area. L'arbitro concede il rigore e un glaciale De Rossi lo realizza al 37'.

Nella ripresa c'è in campo Pellegrini, al posto proprio di De Rossi acciaccato. La Roma potrebbe limitarsi a controllare, ma il Porto è sempre in avanti: Tiquinho Soares di testa sfiora la doppietta, Olsen è formidabile su Marega (al tiro dopo un'altra azione tambureggiante dei lusitani). Ma il portiere svedese nulla può al 53', quando Corona crossa profondo per lo stesso Marega che viene abbandonato a centroarea dalla difesa giallorossa e solissimo fa 2-1.

Il Porto prova a vincerla (Felipe e Brahimi hanno il pallone del sorpasso), ma anche la Roma cresce e si rende pericolosa con Dzeko e Perotti. Negli ultimi minuti è Olsen a dire di no a Otavio e questo significa tempi supplementari. Nei primi 15 minuti è Marega a sfiorare la traversa, ma dopo il 105' capitano due grandissime occasioni a Dzeko: nel secondo caso, sul pallonetto dello sloveno, solo un monumentale Pepe evita il gol. E al 117' arriva la beffa: su un cross dalla destra Fernando (tra l'altro in fuorigioco) viene strattonato da Florenzi e il Var assegna il rigore. Telles trasforma per il gol che qualifica il Porto. E tre minuti oltre il 120' arriva un altro caso da Var dopo un contatto nell'area del Porto tra Marega e Schick. Ma il rigore per la Roma non arriva, per la più amara delle eliminazioni.

SPORTAL.IT | 06-03-2019 23:50

Roma eliminata: beffa supplementari e Var con il Porto Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...