,,
Virgilio Sport SPORT

Romagnoli non vuole già pensare alla Juventus

"Forse siamo più cattivi, ora però non pensiamo a domenica ma al Betis", il proclama del difensore goleador a Udine.

Alessio Romagnoli si gode la vittoria del Milan e il gol al 97' sul campo dell'Udinese, ma non vuole sentir parlare di miglior momento della sua carriera, né tantomeno della grande sfida della Juventus. Lo ha dimostrato parlando senza giri di parole ai microfoni di Sky Sport, nel post partita di Udine.

Sei l'uomo Champions
"No, è presto, è presto. Sono uno dei tanti giocatori che cerca di dare il massimo e speriamo di continuare così, a mantenere questo ritmo".

Vincere alla fine è simbolo di cosa?
"Magari abbiamo più cattiveria rispetto a prima. Prima, forse, in queste partite soffrivamo un po' di più, guarda il Cagliari, con l'Atalanta in casa, con l'Empoli, abbiamo concesso troppo. Adesso invece giochiamo un po' più compatti, più decisi in tutto, e ci meritiamo questo traguardo".

Mancavano cinque titolari; è un segnale questa vittoria?
"Sì, ma siamo tutti titolari, qui non ci sono riserve o titolari. Tutti giochiamo per questa squadra, per questa grandissima società, e cerchiamo di dare il massimo ogni giorno".

Settimana prossima c'è la Juve
"Prima il Betis, poi la Juve. Prima giovedì in coppa, che sarà molto difficile, e poi ci sarà la Juve".

Hai provocato una delle più belle esultanze di Gattuso da quando allena
"Mi fa piacere, perché è stata una bella partita. Abbiamo sofferto per tutto il primo tempo, malgrado poche occasioni. Poi nel secondo tempo siamo riusciti a vincerla".

È il miglior momento da quando sei al Milan?
"È un bel momento, perché di belli ne ho avuti. Comunque ho fatto due gol importanti e, sì, diciamo fino adesso sì. Ma spero che il migliore arrivi ancora".

SPORTAL.IT | 04-11-2018 23:15

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...