,,
Virgilio Sport SPORT

Ronaldinho, arriva l'annuncio più atteso

Il fratello-agente del brasiliano ex Paris Saint-Germain, Barcellona e Milan comunica il ritiro dal calcio giocato del Pallone d'Oro 2005.

Il 2018 del calcio internazionale si apre con un addio. Atteso, certo, ma sempre rumoroso e doloroso per i fans di uno dei giocatori più contraddittori degli ultimi anni: Ronaldinho, il cui ritiro dal calcio giocato è stato annunciato dall’agente Roberto de Assis Moreira. “Ronaldinho lascia il calcio, è finita. Organizzeremo qualcosa di grande e di bello, dopo i Mondiali, probabilmente ad agosto. Faremo vari eventi in Brasile, Europa ed Asia e stiamo pensando anche ad una partita con la Nazionale brasiliana, ma non ho ancora i dettagli, perché stiamo stilando un programma”.

Come detto la decisione non suona sorprendente, non solo per l’età del giocatore (38 anni a marzo), ma perché Dinho era assente dai campi da tre anni, da quel 2015 che segnò il malinconico addio al calcio brasiliano con la maglia del Fluminense.

Ronaldinho è stato un campione eclettico, senza un ruolo fisso (trequartista o seconda punta), non goleador, ma esaltante palla al piede, tra dribbling e virtuosismi, da brasiliano vero. Peccato che la sua stella abbia brillato per troppo poco tempo. I riflettori, infatti, avevano cominciato a spegnersi dopo l’addio al Barcellona, nell’estate 2008, per approdare al Milan. In rossonero Ronaldinho ha giocato per due anni e mezzo, regalando magie solo a intermittenza. Il debutto con gol nel derby illuse il popolo rossonero, ma di continuità Ronaldinho ne ebbe poca, al punto da lasciare l’Italia nel gennaio 2011, partecipando così solo in parte alla stagione del 18° e al momento ultimo scudetto. Il meglio, insomma, si era già visto, con il Paris Saint-Germain, che lo prelevò nel 2001 dal Gremio, con la Nazionale brasiliana, con la quale vinse il Mondiale 2002 e poi nei cinque anni a Barcellona, dal 2003, riempiti dal Pallone d’Oro 2005 e da cinque titoli di squadra, tra i quali due edizioni della Liga e la Champions 2006, a Parigi contro l’Arsenal e sotto la guida di Frank Riijkaard, la prima del ciclo d’oro dei blaugrana che sarebbe proseguito con Guardiola e Luis Enrique in panchina.

SPORTAL.IT | 16-01-2018 23:30

Ronaldinho, arriva l'annuncio più atteso Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...