Virgilio Sport

Ronaldo, Ilaria D'Amico attacca la sorella

Bufera su Elma Aveiro, le polemiche non finiscono mai

20-06-2020 08:52

Ronaldo, Ilaria D'Amico attacca la sorella Fonte: Ansa

E’ il momento più difficile per la Juventus da nove anni a questa parte. E vale sia dentro che fuori dal campo. La sconfitta in coppa Italia contro il Napoli ha fatto uscire fuori tutti i malumori, gli scetticismi e le critiche per una stagione che era partita in linea con gli obiettivi ma che strada facendo si sta rivelando piena di inciampi, di scivoloni e di polemiche. Aver perso la Supercoppa era stato solo il campanello dell’allarme, la sconfitta nell’andata degli ottavi di Champions a Lione una prima conferma e ora dopo la sconfitta dell’Olimpico si è aperto il vaso di Pandora e per Sarri è un fuoco incrociato di critiche.

Tutti contro Sarri, anche la sorella di Ronaldo

Contro il tecnico bianconero si sono ribellati un po’ tutti in questi giorni, dai media – che stanno mettendo in evidenza le tante lacune e gli errori del tecnico che era stato chiamato per dare la Grande Bellezza alla Juve – agli stessi tifosi che già non ne apprezzavano il look e il linguaggio, poco in sintonia con lo stile-Juve.

Anche la sorella di Ronaldo, nel difendere Cr7, aveva mandato messaggi precisi all’allenatore della Vecchia Signora. Su Instagram l’altro ieri ha postato una foto divisa in 4 con le espressioni deluse di Ronaldo e ha scritto un messaggio assai diretto: “Cosa altro può fare? Da solo non riesci a fare miracoli. Non capisco come si possa giocare così comunque… Testa alta, di più non poteva fare”. Non è nuova la sorella del portoghese nel lanciarsi in commenti via social sulle gesta del fratello.

Ilaria D’Amico attacca la sorella di Ronaldo

Una presa di posizione che non è piaciuta a Ilaria D’Amico. La giornalista di Sky, compagna di Buffon, a Radio Uno ha detto: «Io appartengo alla vecchia scuola, per cui familiari, fratelli e mogli non usino i social, perché molto spesso poi sono i mariti o i fratelli a non apprezzarlo. Se io fossi un giocatore di calcio vorrei esprimere il mio pensiero ma non è che amerei tanto che Gigi o mia madre scrivessero al posto mio».

Ilaria D’Amico ha usato questa espressione «I famigliari non devono diventare commentatori» con la quale ovviamente ha voluto praticare un distinguo tra chi – come lei – lo fa per lavoro e chi interferisce con la vita del proprio compagno o parente.

Leggi anche:

Caricamento contenuti...