,,
Virgilio Sport SPORT

Sarri-Juventus: la reazione di Cristiano Ronaldo

Il mister toscano si avvicina a grandi passi al club bianconero.

Maurizio Sarri si avvicina a grandi passi alla Juventus, con buona pace di parte dei tifosi che continua a sognare Pep Guardiola. Il tecnico del Chelsea ha ottenuto il via libera da parte del club londinese, che ingaggerà l’ex Frank Lampard, ed è tornato in Italia, dove è già stato avvistato a Napoli e soprattutto a Milano, vicino alla sede meneghina della società bianconera. Da definire la modalità dell’indennizzo che la Vecchia Signora dovrà versare nelle casse del Chelsea per la chiusura anticipata del contratto triennale firmato la scorsa estate.

Secondo quanto riporta Tuttosport, Sarri è nel mirino di Paratici almeno da un mese: i dirigenti in queste ultime settimane hanno portato avanti le trattative in grande segretezza, consci della volontà di Roman Abramovich di non puntare sul mister toscano, neanche in caso di un successo in Europa League che poi si è verificato.

Lo spogliatoio bianconero avrebbe reagito con curiosità e ottimismo alla notizia dell’imminente arrivo di Sarri. Secondo quanto riporta Tuttosport soprattutto il gruppo italiano attende con impazienza il nuovo allenatore per iniziare un nuovo ciclo tecnico-tattico. Più freddo, invece, Cristiano Ronaldo, che non si è ancora espresso: anche il suo entourage è silenzioso, probabilmente il portoghese parlerà solo dopo l’ufficialità dell’ingaggio dell’ex Napoli. Smentite le voci secondo cui CR7 non vorrebbe né Sarri, né Higuain in bianconero.

Sull’arrivo di Sarri alla Juventus si è espresso anche l’ex portiere del Napoli ora al Milan Pepe Reina: “Due anni fa sicuramente sarebbe stato difficile per me poter pensare a una cosa del genere, ma aspettiamo, non so se andrà alla Juve, so che ovviamente a Napoli i tifosi non vorranno, ma il calcio è così. Quello che proprio non digerisco è l’ipocrisia, anche da parte di certi tifosi. Il calcio è il calcio, lui ha sempre dato il massimo e ha prodotto un calcio bellissimo nel suo periodo a Napoli, questo va difeso, ammirato e rispettato. Poi è andato altrove perché il calcio ti porta a quello e se andrà, perché non lo sappiamo ancora, alla Juventus, allora bisognerà accettarlo. Avrà i suoi motivi e purtroppo bisogna dire che in questo momento in Italia la società e la squadra più competitiva ce l’ha proprio la Juventus. Vi dico solo che la mia ammirazione per lui non cambierà di una virgola, che alleni la Juve o un’altra”.

SPORTAL.IT | 02-06-2019 12:33

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...