,,
Virgilio Sport SPORT

Sarri spaventa il Napoli: in tanti lo tentano

Il tecnico azzurro ha rinviato ogni discorso sul rinnovo a fine stagione

"Maurizio Sarri è il Maradona di questo Napoli": a pronunciare questa frase a Tele Radio Stereo 92.7 è stato l'unico presidente degli azzurri ad aver vinto lo scudetto, Corrado Ferlaino. L'attuale patron Aurelio De Laurentiis conosce bene l'importanza dell'allenatore toscano, in scadenza di contratto con il club partenopeo, e vuole blindarlo a tutti i costi prima che una big europea glielo soffi da sotto il naso. 

Ma le trattative sono destinate a essere posticipate: secondo il Mattino, non è da escludere che il tecnico voglia aspettare fino al 20 maggio, giorno dell'ultima giornata di campionato. La priorità per Sarri è lo scudetto, poi si concentrerà sul rinnovo. Il presidente azzurro però freme, consapevole dell'interesse di Chelsea e Arsenal: De Laurentiis è pronto a triplicare l'ingaggio all'allenatore, che ora guadagna 1,4 milioni l'anno, e soprattutto a togliere dal contratto la clausola di 8 milioni che gli permetterebbe di lasciare Napoli dalla prossima estate.

Sarri, che con la Lazio si siederà per la centesima volta sulla panchina azzurra, prende tempo, ha già fatto capire che sta bene a Napoli ma non esclude nulla del suo futuro. Secondo indiscrezioni esisterebbe una sorta di "gentleman agreement" tra lui e Cristiano Giuntoli: per dare seguito al progetto di crescita il ds ex Carpi è un elemento imprescindibile. Inoltre vuole rassicurazioni sul mercato.

"Il rinnovo è l'ultimo pensiero che mi passa per la testa. Il contratto c'è, prevede della clausole, il presidente vorrebbe negoziarle, ma l'unica clausola che conta è che io non consideri il ciclo finito o meno. Se considero che il ciclo può proseguire il problema non si pone neanche. Qual è la condizione per considerare il ciclo aperto? Che ci siano margini di miglioramento. Con la città c'è un affetto reciproco, sarà uno dei motivi che mi faranno decidere, nel bene o nel male. Mettersi nelle condizioni di non poter dare tutto a questo popolo… io farei fatica. Se il ciclo va avanti il problema non si pone nemmeno. Non è un discorso di clausole. Circa poi la tempistica dell'incontro con De Laurentiis, Sarri la svela alla 'Rai': "Ho un contratto che prevede clausole d'uscita per me e per il Napoli, Aurelio un mese fa circa mi ha detto di voler cambiare il contratto per eliminare le clausole. Non so come sia venuto fuori che abbiamo appuntamento venerdì perché noi saremo in ritiro in vista della Lazio, quindi è impossibile, ma tra 15 giorni ci vedremo e valuteremo se togliere queste clausole. Se conosco l'inglese? L'ho studiato 30 anni fa e avrei bisogno di una bella rinfrescatina…", le sue parole in conferenza stampa alcuni giorni fa.

In Inghilterra Sarri piace molto all'Arsenal per il dopo Wenger, mentre il Chelsea lo ha inserito in una rosa di papabili per il dopo Conte, insieme a pezzi da novanta come Luis Enrique e Simeone. I tifosi del Napoli incrociano le dita.

SPORTAL.IT | 07-02-2018 12:15

Sarri spaventa il Napoli: in tanti lo tentano Fonte: 123RF

Tags:

Leggi anche:

SPORT TREND

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...