Virgilio Sport

Sconcerti: Il vero rischio per la Juve ha un nome e un cognome

Sul rebus panchina pesa l'incidenza del dirigente più importante

Pubblicato:

Sconcerti: Il vero rischio per la Juve ha un nome e un cognome Fonte: Ansa

Fino a qualche mese fa non ci sarebbero stati dubbi: l’allenatore della Juventus l’avrebbe scelto Marotta. Ma adesso che succede dopo il divorzio con Allegri? Chi avrà più voce in capitolo per decidere chi dovrà sedersi su quella panchina? Agnelli? Paratici? Per Mario Sconcerti sarà il vero uomo nuovo di questa Juve che sta cambiando pelle dopo anni di successi e si tratta di Pavel Nedved. Sarebbe la sua l’ultima parola sul nome di chi dovrà prendere un’eredità pesante ma soprattutto dovrà aggiungere un verbo nuovo, ovvero divertire, a quello già obbligatorio di vincere.

LA SCELTA – Nel suo editoriale per il Corriere della Sera Sconcerti scrive che la Juve e Allegri si sono reciprocamente annoiati di se stessi e che si è sentita l’assenza di un mediatore come Marotta e aggiunge: “La Juve pensa che la qualità della squadra sia alta ma sia usata per servizi meno utili. Quando Allegri si azzuffa con Adani sulla filosofia di gioco risponde in pratica a Nedved e Paratici, se non anche ad Agnelli. Il suo nervo scoperto era quello. Alla Juve oggi vincere non basta più, non porta valore al marchio. Serve lo spettacolo, comunque sia. Allegri è un po’ fermo al vecchio calcio, quello in cui basta vincere”.

IL NOME – Chi sarà dunque il prossimo tecnico della Juve? Sconcerti ricorda che un filo conduttore che da Trap porta ad Allegri attraverso allenatori pragmatici come Zoff, Lippi e Conte, c’è sempre stato e che gli esperimenti non sono mai piaciuti alla Vecchia Signora ma è qui che subentra il fattore Nedved: “Il calcio globale vende anche il lato eccentrico del gioco. Questo allarga le ipotesi. Nel primo caso gli esempi sono Deschamps e Simone Inzaghi. Una via di mezzo è Pochettino. Una follia ragionata Mihajlovic, la vera soluzione diversa sarebbe Sarri. Ma l’addio-rinuncia ad Allegri aggiunto a quello di Marotta porta in campo il vero uomo nuovo, Pavel Nedved. Paratici è uno splendido scout, ma trovato il giocatore serve l’affare. Il vero rischio della Juve più che il nuovo tecnico potrebbe essere proprio questa improvvisa gioventù guidata da Nedved”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Liberati dell'amianto in modo sicuro

Caricamento contenuti...