SPORT
  1. Home
  2. CALCIO
  3. CALCIO ESTERO

Scoppia la 'Calciopoli' belga, allenatore in manette

Perquisizioni a tappeto in dodici società di primo piano, arrestati anche due arbitri.

Il mondo del calcio è nella bufera dopo lo scandalo che sta travolgendo il movimento del Belgio. Una serie di perquisizioni domiciliari a carico di una dozzina di società ha infatti scosso calcio locale. I club nel mirino sono di primo piano: coinvolti infatti Genk, Anderlecht, Bruges e Standard Liegi, ma anche società minori. Tra gli arrestati due broker, due arbitri, ma anche il tecnico del Bruges, Ivan Leko. Croato, classe ’78, Leko è stato giocatore del Bruges tra il 2005 e il 2009 e dalla scorsa stagione è sulla panchina del club nerazzurro, che ha condotto alla conquista del titolo nazionale, il numero 15 della propria storia. Il Bruges è stato poi eliminato al terzo turno preliminare della Champions League dal Basaksehir.

Nella sede dello Standard sono stati sequestrati i contratti relativi al tecnico dello Standad Liegi Michel Preud'Homme, ex portiere della Nazionale, Dino Arslanagic (ora all’Anversa) e Obbi Oulare (attaccante in prestito allo Standard dall’Anversa), tutti assistiti da Mogi Bayat, il re dei procuratori calcistici belgi.

La magistratura sospetta di reati come riciclaggio e corruzione e su presunte operazioni finanziarie portate avanti da agenti dei calciatori che possono aver intaccato la regolarità della stagione 2017-2018. Le indagini, come ha reso noto la Procura Federale, hanno valicato i confini nazionali toccando anche Francia, Lussemburgo, Cipro, Montenegro, Serbia e Macedonia.

Il tutto proprio mentre il calcio belga sta vivendo il momento più fulgido della propria storia, dopo il terzo posto conquistato dalla Nazionale al Mondiale, miglior risultato di sempre, e la prima posizione nel ranking Fifa, davanti anche alla Francia campione in Russia e al Brasile. Il danno d’immagine per il movimento è evidente, come ha osservato il portavoce della Federazione, Pierre Cornez: “Siamo in attesa dei risultati delle indagini e degli interrogatori. È un caso inquietante per l’immagine del calcio belga”.

Tra i club coinvolti ci sarebbero anche Kortrijk, Lokeren e Mechelen, quest’ultimo noto anche con il nome di Malines, vincitore della Coppa delle Coppe 1988 dopo aver eliminato l’Atalanta in semifinale. Da quegli anni, però, il club fiammingo non è più riuscito a riproporsi a quei livelli, oscillando tra prima, seconda divisione, dove milita attualmente. e anche terza.

SPORTAL.IT | 10-10-2018 19:40

Scoppia la 'Calciopoli' belga, allenatore in manette Fonte: Getty Images

SPORT TREND