SPORT
  1. Home
  2. CALCIO

Scudetto 2006, la Juventus non si arrende e contrattacca

Il verdetto della Cassazione ha chiuso la partita sul piano della giustizia ordinario, non per quella sportiva.

L’atto con cui il 13 dicembre scorso la Cassazione ha respinto il ricorso presentato dalla Juventus avverso alla revoca dello scudetto della stagione 2005-2006, poi assegnato all’Inter dopo il processo 'Calciopoli' che portò alla retrocessione in Serie B dei bianconeri, sembrava aver messo la parola fine in modo definitiva alla querelle tra i due club più rivali d’Italia, su fazioni opposte da sempre, ma ancora di più dall’anno del più grande scandalo del calcio italiano. E invece, un mese dopo, ecco il colpo di scena. Se infatti quel pronunciamento ha segnato la fine del procedimento davanti alla giustizia ordinaria, il percorso non è ancora concluso in materia di giustizia sportiva.

Nell’ultimo sabato senza campionato prima della ripresa della Serie A, il Coni ha infatti ufficializzato la notizia che la Juventus ha depositato presso il Collegio di Garanzia il ricorso proprio contro l'assegnazione dello scudetto 2006 all'Inter. Nel dettaglio, nella giornata di venerdì il club del presidente Andrea Agnelli ha depositato due ricorsi, uno al Collegio di garanzia e l’altro presso il Tribunale nazionale della Figc. L’obiettivo del club bianconero è sempre lo stesso: la Juventus chiede l'annullamento del lodo con cui nel 2011 il Tnas si era dichiarato incompetente a decidere sul ricorso del club bianconero contro la mancata revoca di quel tricolore, che aprì a tavolino la serie di cinque titoli consecutivi che sarebbe poi stata in grado di conquistare l’Inter, con in panchina prima Roberto Mancini, per tre stagioni, e poi José Mourinho.

Secondo la Juventus deve essere accolta l'istanza di arbitrato e devono venire annullati tutti gli atti che hanno portato il titolo al club nerazzurro. In riferimento al pronunciamento della Cassazione del 13 dicembre, la Juventus chiede che la decisione nel merito venga assunta "davanti al Tribunale Federale F.I.G.C., da scegliersi quale giudice sportivo competente, assegnando un termine ad hoc".

SPORTAL.IT | 12-01-2019 19:30

Scudetto 2006, la Juventus non si arrende e contrattacca Fonte: Getty Images

SPORT TREND