,,
Virgilio Sport SPORT

Serie A e coronavirus: per lo scudetto si apre scenario inedito

Al vaglio una nuova ipotesi per chiudere il campionato e decidere dello scudetto

In attesa di comprendere che ne sarà esattamente e del campionato e del titolo di questa stagione, così segnata dall’emergenza coronavirus e dalle tragedie scaturite, la Lega Serie A sta studiando la exit strategy migliore.

Quando potrebbe riprendere il campionato

Secondo quanto riferisce l’edizione odierna del Corriere dello Sport, non viene scartata alcuna ipotesi neanche quella di trasferire le squadre delle regioni dove il contagio non sarà azzerato (nel momento in cui la A potrà ripartire) a giocare lontano da casa.

In uno scenario simile, non ci sarebbero svantaggi legati al pubblico amico perché si riprenderà ovunque a porte chiuse. In compenso però i calciatori di quella o quelle formazioni potrebbero stare isolati in vere e proprie “safe zone”. Il presidente Paolo Dal Pino e l’ad De Siervo sono in costante contatto con la Figc e le altre Leghe europee, unitamente in attesa di decidere e di contenere così la portata della crisi di settore.

Il tema del taglio e del congelamento degli stipendi è quello più evidente, ma non si tratta dell’unica voce da mettere sotto controllo nell’industria del calcio: oggi la crisi sarà il piatto forte del meeting organizzato dalla Uefa con le 55 federazioni.

Le tre ipotesi di calendario

Queste le tre ipotesi di calendario: la più ottimistica, ovvero ripartenza a metà maggio, quella più realistica (via a fine maggio-inizio giugno) e quella più pessimistica (entro la fine di giugno). Ogni strategia comporta delle scelte, ma è chiaro che più si va avanti più sarà necessario tagliare altro, ovvero coppe nazionali e europee su cui la resistenza è fortissima.

In via Rosellini, sono stati analizzati con attenzione gli scenari presentati dall’Einaudi Institute for Economics and Finance (Eief), un centro di ricerca universitaria indipendente che ha analizzato i numeri dell’andamento del Covid-19 in Italia, regione per regione. Stando a quanto emerso, tra la metà della prima e la fine della seconda settimana di maggio in quasi tutte le regioni i tamponi negativi potranno arrivare a zero. Ecco perché per qualche club potrebbe rendersi necessario allenarsi e giocare in regioni a contagio zero, con le dovute precauzioni del caso. Visto e considerato che si tratta di un modello, le cui proiezioni sono di dovuta approssimazione, la realtà potrebbe rivelarsi leggermente discordante.

Quando comincerà la prossima stagione di Serie A

Altra questione che rimane in piedi, ed è correlata, riguarda la prossima stagione: il 2020-21 inizierà in base a quando finirà il 2019-20. Da fine agosto (il 30) a metà settembre (il 6 o il 13) ogni data potrebbe essere buona. La Liga spagnola ha valutato di sfruttare anche la pausa di Natale come da sempre avviene per la Premier.

VIRGILIO SPORT | 01-04-2020 10:42

Serie A e coronavirus: per lo scudetto si apre scenario inedito Fonte: ANSA

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...