Virgilio Sport

Coronavirus, due nuovi positivi in A. Conte fa muro sulla ripresa

Il Parma annuncia due positività al Coronavirus. Il Premier non si sbilancia sulla ripartenza della Serie A

16-05-2020 22:05

Mentre il campionato tedesco è ripartito, seppur a porte chiuse e senza la possibilità per i giocatori di abbracciarsi durante le esultanze, la ripresa della Serie A è ancora appesa a un filo.

A decidere sarà il Governo, ma il rischio concreto, temuto da molti addetti ai lavori, è quello di doversi rifermare a causa di una positività, dato che il rigido protocollo prevede l’isolamento dell’intera squadra in caso di una positività nella rosa.

E proprio questo si è registrato nel Parma, come comunicato dallo stesso club sul proprio sito ufficiale: “Il Parma Calcio 1913 comunica che nei giorni scorsi tutti i membri della rosa, dello staff tecnico e i componenti del cosiddetto “gruppo squadra” – per un totale di circa una sessantina di persone – sono stati sottoposti a tamponi e test sierologici, nell’ambito delle indicazioni previste per la ripresa degli allenamenti delle squadre di calcio professionistiche.

All’esito degli esami, tutti i membri del Gruppo squadra sono risultati negativi ai due tamponi per il Covid 19 effettuati nell’arco di 24 ore, tranne due calciatori che sono risultati positivi al primo tampone e negativi al secondo.

Gli atleti – entrambi in ottime condizioni fisiche ed asintomatici – sono stati comunque posti in immediato isolamento e la Società li terrà costantemente monitorati”.

In queste condizioni non sarebbe quindi possibile per gli emiliani riprendere la Serie A. Sul tema si è espresso anche il Premier Giuseppe Conte durante la conferenza stampa che ha annunciato l’apertura degli spostamenti tra regioni a partire dal 1° giugno.

E quelle del Presidente del Consiglio sono parole che non lasciano tranquilli gli appassionati: “E’ un tema che riceve tantissime sollecitazioni. Il ministro Spadafora sta seguendo con grande attenzione lo sport ed è molto responsabile. Bisogna che si realizzino le condizioni per la ripresa del campionato, non solo di calcio, in massima sicurezza. Per fare una data bisogna avere qualche garanzia che, parlando con il ministro Spadafora, in questo momento non c’è. Speriamo si realizzino quanto prima”.

SPORTAL.IT

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...