SPORT
  1. Home
  2. STORIE

Tevez choc: Meglio vedere il golf che il calcio in tv

L'Apache cambia canale anche se c'è Real-Barca e parla della sua infanzia dura

Se pensate che tutti i grandi campioni di calcio siano tanto “malati” di pallone da passare tutto il tempo libero o quasi a vedere partite siete fuori strada. Prendete Carlos Tevez, ad esempio. L’Apache che dopo gli anni di gloria alla Juventus è tornato ad incantare in patria, col Boca. Lui se vede una gara in tv cambia canale. Lo confessa candidamente al Clarin: “Niente, non mi piace il calcio. Se si gioca per dire Barcellona-Real Madrid e su un altro canale c’è un torneo di golf, vedo il golf. Non sono mai stato un fanatico di calcio. Mi piace giocare, avere il pallone tra i piedi. Ma non vederlo”. Nella finale di Libertadores potrebbe affrontare il River Plate ma sulle caratteristiche e sul valore dell’avversario non sa dir nulla, sempre per la medesima ragione: “Non so come giocano perchè non vedo partite, chiaro che il River è sempre stato una buona squadra ma non posso parlare ora di questa eventuale finale perchè sarebbe mancare di rispetto al Palmeiras, comunque vincere la Libertadores col club che ami è la cosa più bella che possa capitare a un giocatore”.

INFANZIA DIFFICILE – Il fantasista argentino nell’intervista parla anche della sua infanzia difficile nel barrio dove viveva da piccolo: “E’ stata dura ma eravamo felici, giocavamo sempre a pallone per strada ma intorno a noi c’era quello che c’è in tutti i barrios di periferia: droga, armi e furti”. Tevez è noto anche per il suo impegno politico e nel sociale. Le sue posizioni, vicine a quelle del presidente Claudio Macrì da lui apertamente appoggiato, non sono piaciute a Maradona che di recente gli ha rimproverato di “stare dalla parte dei ladroni” ma l’Apache ha le sue idee.

L’ESEMPIO DEL PADRE – “Perdiamo tempo a discutere e non facciamo niente per i bimbi che muoiono di fare. Come idolo delle folle non posso prendere bandiere politiche, non appartengo a nessuno. Mi chiamano per dare una mano e io la do. Questo è quello che faccio e non limitarmi a dire che le cose nel paese vano male, lo sappiamo: facciamo qualcosa. La politica non mi interessa, nella mia casa paterna non si parlava di politica e neanche nella mia adesso. Vedevo mio padre che andava a lavorare alle 6 di mattina e tornava alle 7 di sera. Lavorava tutto il giorno per portare un piatto a tavola. Questo è l’esempio da dare ai ragazzi”.

SPORTEVAI.IT | 11-10-2018 11:41

Tevez choc: Meglio vedere il golf che il calcio in tv Fonte: ANSA

TAG:

SPORT TREND