,,
Virgilio Sport SPORT

Tutti pazzi per Cristante: da oggetto misterioso a uomo mercato

Inter e Juventus hanno messo fortemente gli occhi sul giocatore, autore di un ottimo avvio di stagione.

Bryan Cristante sarà il prossimo pezzo pregiato dell’Atalanta per il prossimo mercato estivo. Un elemento che potrebbe essere molto utile nella ricostruzione della derelitta nazionale italiana dopo la catastrofe di Ventura.

Bryan Cristante è un centrocampista, classe ’95, e sta disputando la sua migliore stagione da professionista con ben 7 gol all’attivo in 16 presenze tra campionato ed Europa League. Nella trasferta di Liverpool contro l’Everton è stato autore di una doppietta, imponendosi da vero trascinatore per gli orobici. Ma già dall’inizio della stagione il ragazzo sta crescendo in modo esponenziale non facendo rimpiangere né GagliardiniKessie che oggi giocano nelle milanesi.

Nato in Friuli da padre canadese (ecco spiegato anche il nome esotico), è un prodotto del vivaio milanista. Esordisce in Serie A poco più che 18enne e segna alla seconda apparizione proprio contro l’Atalanta (e qui potete rivedere la sua prima rete la primissima intervista). Il ragazzo ha talento ma manca di esperienza: viene quindi mandato a maturare al Benfica e poi rientra in Italia con Palermo e Pescara. Tre esperienze però poco positive che rischiavano di far scivolare Bryan tra i tanti talenti bruciati del calcio italiano. Poi l’arrivo in punta di tacchetti a Bergamo e la progressiva crescita alla corte di Gasperini che lo fa giocare ovunque nel centrocampo nerazzurro e sempre con risultati sorprendenti.

Ma che tipo di giocatore è Cristante? Lui si definisce così in un’intervista alla Gazzetta:

«So lan­cia­re i compagni a rete e mi trovo bene da­van­ti alla di­fe­sa, così come da mez­za­la. Ma se devo sce­glie­re io, dico mezzala. Mi piace molto in­se­rir­mi, pro­var­ci, farmi ve­de­re in zona gol».

In sostanza, il prototipo del centrocampista moderno: un jolly di corsa, sostanza e visione di gioco in grado di fare bene sia la fase di interdizione sia la fase di costruzione del gioco.

Ora le sirene di mercato parlano di un braccio di ferro tra Inter e Juventus, dove sta Allegri che lo lanciò da ragazzino. Un epilogo dai contorni strani per un ragazzo cresciuto nelle giovanili del Milan ma mai fortemente nel progetto rossonero con tanto di cessione all’alba della sua carriera ai portoghesi del Benfica per soli 7 milioni solo tre stagioni orsono. Quelle operazioni di mercato da rimpiangere per il club meneghino sulla base della crescita vertiginosa del giocatore, che ora sogna un futuro alla Lampard: ”E’ sempre stato il mio idolo”. Nerazzurri e bianconeri osservano con molta attenzione quello che potrebbe diventare il vero fiore all’occhiello del mercato di una società che ha trovato in Gasperini il suo vero top player.

VIRGILIO SPORT | 24-11-2017 11:00

Tutti pazzi per Cristante: da oggetto misterioso a uomo mercato Fonte: Ansa

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...