,,
Virgilio Sport SPORT

Valentino Rossi-Yamaha: il 'Dottore' non ne può più

Il campione non nasconde la delusione: "Vorrei essere più veloce per giocarmi posizioni migliori".

Valentino Rossi, a quarant’anni suonati, va ancora veloce, ma non abbastanza per lottare per le prime posizioni. E non è un dettaglio da poco per uno che ha vinto nove campionati del mondo, di cui sette nella classe regina. Il ‘Dottore’ è inquieto, troppo spesso gli altri piloti della Yamaha (non solo il suo compagno di squadra Maverick Viñales, ma anche Fabio Quartararo e Franco Morbidelli, in forza al team satellite) gli stanno davanti.

Il fuoriclasse marchigiano le sta provando tutte per tornare a un successo che manca da troppo tempo ma anche a Motegi, in occasione del Gran Premio del Giappone, i risultati non sono stati quelli sperati.

"Non sono abbastanza veloce come vorrei essere. Mi diverto ancora? Momento difficile, dopo qualche gara buona nelle ultime abbiamo avuto più problemi. Il mio passo era costante, purtroppo poi ho sbagliato. Vorrei essere più veloce per giocarmi posizioni migliori. Phillip Island è sempre bello tosto, una delle piste migliori. Cercheremo di fare meglio là" ha raccontato al termine della gara nipponica, chiusa con una caduta.

"Il budget a disposizione è enorme" ha aggiunto, con una stilettata alla Yamaha. Che di sicuro non lo ha fatto contento lasciando andare Johann Zarco alla Honda. Il francese, reduce dalla sciagurata avventura in Ktm, sarebbe stato il ‘manico’ adatto per lo sviluppo delle moto del ‘Diapason’, il simbolo della Casa di Iwata.

Il tam-tam sui social, intanto, aumenta: molti tifosi del numero 46 vorrebbero che chiudesse la sua esperienza in Yamaha trasferendosi in Suzuki: fantamercato, al momente, tanto più che Rossi ha ancora un contratto per un anno e in Suzuki hanno scelto la linea verde.

Per fortuna si torna subito in pista, in Australia: "Phillip Island è sempre bello tosto, una delle piste migliori. Cercheremo di fare meglio là". Il campione non si arrende.

SPORTAL.IT | 22-10-2019 12:54

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...