,,
Virgilio Sport SPORT

Vettel, aumentano le voci di ritiro: le parole di Berger

Il pilota della Ferrari ha vinto una sola volta negli ultimi 23 Gran Premi disputati.

Una vittoria negli ultimi ventitré Gran Premi disputati: i numeri dicono tutto su quello che dovrebbe essere il pilota di punta della Ferrari, Sebastian Vettel. E la pausa estiva del Mondiale di Formula 1 non ha placato le indiscrezioni sul futuro del driver tedesco, ma le ha anzi aumentate. In molti credono che il ritiro del quattro volte campione del mondo sia vicino, e anche tanti volti noti della F1, come l’ex ferrarista Gerhard Berger, non escludono più una clamorosa decisione a breve.

“Sebastian è un giovane molto intelligente – ha spiegato Berger, amico di Sebastian, alla Dpa -. Sicuramente ci sono molte altre cose nella sua vita che vorrebbe affrontare. Tiene molto alla famiglia, ha figli, ha guadagnato molti soldi, quindi non ha bisogno di altro ed è anche contento di sé. Inoltre, è molto legato alle sue vecchie motociclette e alle vecchie macchine”.

Vettel ha un contratto in scadenza nel 2020 ed è alla quinta stagione in Ferrari: non solo il Mondiale tanto atteso non è ancora arrivato, ma rispetto alle scorse stagioni il gap dalla Mercedes sembra più ampio che mai. Finora Vettel ha sempre smentito un addio, e anche il team principal Binotto ha confermato che resterà anche nella prossima stagione.

“Posso immaginare che una mattina si alzi e dica: ‘Tutto ciò mi ha stancato, farò qualcosa di diverso o guiderò auto che mi piacciono di più rispetto a (guidare) con un regolamento così complesso – ha detto Berger – Non è che non sia in grado di annunciare sorprese”.

L’arrivo di Charles Leclerc ha indubbiamente complicato le cose: “Affrontare questa situazione non è facile per Sebastian. Il tempo sta per scadere. Sebastian non sta facendo abbastanza progressi per la sua squadra al momento. È un po’ diverso da Schumacher, che è stato molto più severo con la squadra e l’ha diretta di più. Questo non è un rimprovero per Sebastian, che è molto laborioso e molto intelligente, ma non è la sua natura. Piuttosto ritiene che i direttori siano i responsabili del funzionamento della squadra”.

SPORTAL.IT | 27-08-2019 14:02

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...