,,

Virgilio Sport SPORT

Vettel-Leclerc, la Ferrari apre al ribaltone

Binotto mette in chiaro cosa potrebbe succedere da qui alle prossime gare.

Sebastian Vettel continua a sbagliare e sembra in crisi d'identità, Charles Leclerc scalpita dopo il primo podio conquistato in carriera: le gerarchie in Ferrari potrebbero presto cambiare, e ad annunciarlo è lo stesso team principal Binotto in conferenza stampa dopo le prime prove libere in Cina.

"Come team bisogna dare la priorità al team stesso, massimizzando i punti della scuderia. Per noi Vettel è il pilota che ha più probabilità di lottare per il titolo, ma se tra qualche gara le cose dovessero cambiare, per qualche motivo, anche la nostra posizione può cambiare. Se c’è un pilota che è chiaramente più veloce avrà un vantaggio, come è successo con Charles in Bahrain". 

Binotto ha anche risposto alla critiche ficcanti di Luca Cordero di Montezemolo sul fatto che possa essere lasciato solo dai vertici di Exor e Maranello: "Ho il sostegno pieno di presidente e Ceo, grandi persone che hanno danno un sostegno totale al team ed ho tante persone con cui parlare a Maranello. E’ un team affamato e pieno di competenze, sono pienamente sostenuto e mi auguro una lunga vita nel team".

Il dirigente ferrarista è poi tornato sull'amaro weekend in Bahrain: "Perdere il Gp del Bahrain è stato difficile per tutti? Perdere è stato duro e un po’ frustrante, ma anche una iniezione di fiducia per la gara in Cina. Ho detto a Leclerc che avrebbe fatto bene in Cina ma sono state fantastiche le sue parole nel dopo gara. Io gli ho detto di essere felice per quanto aveva fatto, ora guardiamo alla prossima sfida".

L'affidabilità della monoposto non è per ora in discussione: "Il problema si è verificato solo una volta in gara, mai in prova o nei test, dobbiamo essere forti nell’affidabilità, sono cose che a volte succedono, siamo stati sfortunati. Abbiamo cambiato le power unit in Cina".

SPORTAL.IT | 12-04-2019 12:09

Vettel-Leclerc, la Ferrari apre al ribaltone F1: GP Bahrain 2019 Fonte: Getty Images

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...