,,
Virgilio Sport SPORT

Gp Cina, Raikkonen: "Per me la F1 è diventato un hobby"

Il finlandese spiega: "Quando sentirò di non essere più motivato, farò altro".

Raikkonen ha iniziato la nuova stagione di Formula 1 alla grande. Alla guida dell'Alfa Romeo, sta dimostrando di saperci fare. L'ex ferrarista è sempre andato a punti, confermando di essere un pilota ancora in grado di gareggiare ad alti livelli.

Nuovo appuntamento con la Formula 1 che fa tappa in Cina per la gara n.1000 della storia della F1. Tradizionale conferenza stampa del giovedì con diversi piloti presenti, tra cui proprio Raikkonen, pilota dell'Alfa Romeo Racing: “La stagione è ancora molto lunga, non si possono cambiare gli obiettivi in corsa, nonostante il buon inizio. Sicuramente è stato fatto un buon lavoro sulla macchina in inverno. C’è ancora tanto da migliorare. In generale devo dire che la macchina è abbastanza semplice da comprendere. Abbiamo ragazzi validi in tutte le aree da lavoro. Ovviamente, per un pilota, la speranza è sempre quella di andare più veloce”.

L’ex ferrarista, ora all’Alfa Romeo aggiunge: “Casco celebrativo per questa gara n.1000? Avrei voluto ma ho avuto problemi con il regolamento”. Poi ci si sofferma sulla sua condizione fisica: “Non ho ingredienti particolari per prepararmi. Più che un lavoro, è diventato un hobby. Quando sentirò di non essere più motivato, farò altro”.

Sul circuito di Shanghai: “Credo sia una bella pista, più o meno è sempre rimasta uguale. Ci sono diversi punti di sorpasso”. Iceman risponde anche ad una domanda curiosa, su come sarà la F1 tra 30/40 anni: "Ci sono già state 1000 gare, non credo sparirà tutto. Vedremo". Una battuta anche sull'era della F1 che più gli sarebbe piaciuto vivere: "Probabilmente negli anni 60/70, dove le gare erano forse più pericolose ma era tutto più puro, tutto più normale. Forse anche più indietro mi piacerebbe tornare", chiude Raikkonen.

SPORTAL.IT | 11-04-2019 08:30

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...