Virgilio Sport

Pogacar entra nei dettagli della debacle avuta al Tour de France

Il forte corridore sloveno ha spiegato di aver commesso un importante errore personale nella tappa con arrivo al Granon.

Pubblicato:

Pogacar entra nei dettagli della debacle avuta al Tour de France Fonte: Getty

Passato quasi un mese e mezzo dalla conclusione del Tour de France , Tadej Pogacar ha avuto modo di riflettere attentamnte sul 2° posto ottenuto alla Grande Boucle e, soprattutto, capire i motivi della crisi avuta nell’undicesima frazione che, di fatto, si è rivelata decisiva nel determinare l’esito della corsa.

Sul Granon , lo sloveno ha vissuto la prima vera “giornata no” della carriera, una debacle per la quale l’alfiere dell’UAE Team Emirates ha individuato due cause scatenanti.

“Il caldo non è la cosa migliore per me. L’undicesima tappa del Tour è stata molto calda e oltre a questo è stata una delle più difficili, una brutta combinazione” ha spiegato Pogacar a MMC.

“Quel giorno c’erano quasi 35 gradi. All’inizio mi sentivo bene, ma all’improvviso ho esaurito le energie. Mi sono dimenticato di bere sul Galibier , e questo ha molto a che fare con il mio crollo”

Oltre alla mancata assunzione di liquidi però, il ventitreenne ha capito che quel giorno è finito vittima dello strapotere collettivo della Jumbo-Visma .

Erano al cento per cento e mi hanno distrutto con i loro attacchi . Soprattutto tra il Télégraphe e il Galibier. Ero molto nervoso, non bevevo, ho superato il limite sul Galibier ed è successo quello che è successo. Non posso dare la colpa solo al caldo. Prima del Tour mi sono allenato con molto caldo e avevo anche gareggiato più volte con temperature elevate. Il merito è soprattutto di Jonas e della Jumbo Visma” ha affermato netto il due volte vincitore della maglia gialla.

Leggi anche:

Falkensteiner Hotel & Spa Jesolo

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Farmacia Eredi Marino Dr. Giovanni

Caricamento contenuti...