Virgilio Sport

Chi è l’arbitro Davide Di Marco di Ciampino, neo promosso in Can

Grazie a Di Marco la sezione Aia di Ciampino avrà un arbitro in Can dopo più di 10 anni. Fischietto dal giallo facile, ha diretto finale playoff di C

14-08-2023 10:31

Domenico Esposito

Domenico Esposito

Giornalista

Da vent’anni in campo e sul campo per vivere ogni evento in tutte le sue sfaccettature. Passione smisurata per il calcio e per la sfera di cuoio. Il pallone è una cosa serissima, guai a dirgli di no

Dopo più di 10 anni, la sezione Aia di Ciampino avrà di nuovo un arbitro nell’organico della Can. Merito di Davide Di Marco, arbitro professionista dal 2015/2016 promosso “tra i grandi” dal designatore Gianluca Rocchi, insieme ad altri quattro colleghi. Dunque, potrà dirigere partite di Serie A e B, dopo aver ricevuto dal presidente dell’Aia Carlo Pacifici il premio Luigi Agnolin, riservato all’arbitro effettivo Can C meglio classificato nella graduatoria di merito dell’ultima stagione.

La carriera dell’arbitro Davide Di Marco

Di Marco, appartenente alla Sezione Aia di Ciampino ha iniziato la sua carriera da arbitro professionista nel 2015/2016, quando gli furono affidate le prime partite di Serie D. Quattro anni a temprarsi per poi essere promosso nel 2019/2020 nella Can C. Gara dopo gara diventa uno dei fischietti più esperti della categoria, dirigendo nel contempo anche incontri delle giovanili a livello nazionali.

Nel 2022/23 il suo punto più alto. Ha infatti arbitrato prima i quarti di finale dei playoff di Serie C tra Foggia e Crotone e poi la finale di ritorno tra il Lecco e la compagine pugliese. Insomma, la sfida più importante, quella della promozione. Che gli è valsa la promozione di Rocchi. E il premio Luigi Agnolin.

Arbitro Di Marco: le statistiche del 2022/23

Ventiquattro le direzioni arbitrale nell’arco dell’ultima stagione, di cui 19 in Serie C, playoff e playout compresi, e cinque tra gare di Primavera. Andando a spulciare le sue statistiche, si può affermare che Di Marco ha il ‘giallo’ facile. Ha infatti ammonito ben 118 volte nelle 19 partite di C per una media – piuttosto alta – di 6,2 cartellini a partita.

Quattro, invece, le espulsioni; sette i rigori concessi. L’arbitro di Ciampino è stato promosso insieme a Kevin Bonacina di Bergamo, Giuseppe Collu di Cagliari, Marco Monaldi di Macerata e Paride Tremolada di Monza.

Il tributo del Comune di Ciampino e della sua sezione

“Dopo più di 10 anni, la Sezione di Ciampino potrà tornare a vantare la presenza di un proprio arbitro nell’organico della Can. Nell’anno del 50esimo anniversario della Sezione, questo traguardo assume un sapore se possibile ancora più speciale” ha commentato così, sui social, l’Aia di Ciampino.

Anche il Comune, attraverso la sindaca Emanuela Colella, ha voluto omaggiare Di Marco, ricevuto in Municipio dove gli è stato consegnato una riproduzione dell’Apollo Pizio, simbolo della città. “Un riconoscimento importante, che porta in alto il nome di Ciampino contribuendo a conferire lustro alla nostra Città nel nome dello sport – ha dichiarato la sindaca -. A Davide Di Marco vanno i nostri più calorosi auguri per il raggiungimento di questo importante traguardo e per l’inizio di una carriera sportiva di altissimo livello”.

Tags:

Leggi anche:

ULTIME GALLERY

ULTIME NOTIZIE

SPORTS IN TV
E IN STREAMING

GUIDA TV:
Eventi sportivi in diretta tv oggi

SPORT TREND

Etichette per la tua azienda?

Caricamento contenuti...