,,
Virgilio Sport SPORT

Giovanni Custodero in sedazione profonda: lettera della famiglia

Su facebook un messaggio condiviso è stato pubblicato da Luana Amati, compagna dell'ex portiere di calcio a 5

Luana Amati è una ragazza che ha scelto di affrontare la malattia del suo compagno senza remore. L’ha guardata, osservata e vissuta accanto a un uomo che non ha mai smesso di lottare contro quel male subdolo, un sarcoma osseo diagnosticatogli a soli 23 anni.

Giovanni Custodero, oggi 27 anni originario di Pezze di Greco ed ex portiere del Cocoon Fasano calcio a 5, sta combattendo qui e con noi fino a quando ne avrà respiro rendendo pubblica anche questa fase, drammatica, che tecnicamente viene presentata come “sedazione profonda”.

Giovanni ha pubblicato un post su Facebook con cui ha annunciato l’intenzione di “sottoporsi a sedazione”, decidendo di “non continuare a far prevalere il dolore fisico e la sofferenza su ciò che la sorte ha in serbo”.

Anche Luana, la sua fidanzata, ha scelto fb per pubblicare una lettera condivisa e stesa con la famiglia del suo fidanzato: “Giovanni è stato colpito da una rara forma di sarcoma osseo in stadio avanzato, chiunque sarebbe crollato ma lui no – sono le parole della ragazza a nome della famiglia – ha deciso di amputare l’arto fin sotto il ginocchio, se questo significa poter continuare a vivere, e di lì ha iniziato a godersi ogni momento con i parenti, la fidanzata e gli amici”.

Nel corso di questi anni Giovanni si è sottoposto a tante prove, troppe per chiunque: dopo l’amputazione ha affrontato altri cinque interventi, seguiti da cicli di radioterapia e chemioterapia, “ma non ha mai smesso di sorridere – ricorda Luana – vive col sorriso perché pensa che la sua vita sarebbe finita con la prima diagnosi, ma da quel giorno ogni alba è per lui un regalo dal valore inestimabile”.

“Lui è convinto che ognuno di noi abbia all’interno di sé la forza e la capacità di affrontare qualunque ostacolo si incontri nella vita – spiega la Amati in questa lettera – chi non sorriderebbe di fronte ad un dono del genere? Cosa c’è di più bello di trascorrere un giorno in più con le persone che ami, di passare del tempo con quegli amici di una vita? Che senso ha stare a pensare alle cose brutte che la vita ci mette davanti quando basta solo aprire gli occhi e guardare oltre le nostre paure per accorgerci di quante cose belle ci circondano? Molte delle cose che alla maggior parte delle persone appaiono ovvie, sono in realtà determinanti”.

L’ex  portiere ha maturato la sua posizione, accumulando anni e cicli di chemio e radioterapie e dopo aver subito 5 interventi. “Questo è Giovanni, il guerriero sorridente che nei momenti “no” ha bisogno di affetto – si continua a leggere nel post – e di sapere di non essere mai solo, di essere presente sempre nei cuori di tutti, motivo per cui decide di rendere la sua bacheca di Facebook una sorta di diario, sul quale confidare le sue emozioni più profonde.
Per questo nel post di dicembre sottolinea che da un mese è bloccato nel letto all’estremo delle forze: “non augurerei questa sofferenza neanche al mio peggior nemico, ma qualcuno doveva pur beccarsela” ironizza. Fino a quando a gennaio, dopo aver trascorso le feste insieme alle persone più importanti della sua vita, comunica a tutti la sua decisione di farsi sedare per alleviare i suoi dolori.

La scelta di affidare ai social il suo percorso, ha reso Giovanni una figura prossima ai suoi amici reali e virtuali. Ed è proprio in questo post che la famiglia ha sottolineato come e perché si ricorre alla sedazione profonda.

“La sedazione continua e profonda è un trattamento sanitario al quale si ricorre per consentire a un paziente terminale di non provare dolore dopo che le altre terapie sono risultate inefficaci. Ora riposa tranquillo, circondato dall’affetto delle persone più care, e consapevole del fatto che tutti voi state facendo il tifo per lui”, hanno reso noto i parenti più vicini.

“Senza mai dimenticare il messaggio che Custodero ha sempre voluto diffondere: Amate la vita“.

VIRGILIO SPORT | 09-01-2020 12:29

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...