Virgilio Sport

Il Brasile cala il poker sulla Corea, pagelle: Vinicius vola, Son scompare

Finisce 4-1: la verdeoro ne fa quattro nel primo tempo e regala spettacolo, non c'è mai storia anche se i coreani hanno spesso impensierito Alisson. Ai quarti sarà sfida con la Croazia

05-12-2022 21:58

Gerry Capasso

Gerry Capasso

Giornalista

Giornalista con una passione sfrenata per gli Sport Usa, di cui è esperto conoscitore. Ma su Virgilio Sport è un osservatore del pallone nostrano e delle sue baruffe quotidiane. Appassionato di musica, ha sviluppato orecchio anche per borbottii degli spogliatoi, mugugni dei tifosi e voci di mercato

Il Brasile non aveva mai segnato tre gol nella prima mezz’ora di una partita del Mondiale. Ne ha segnati tre in 29′, quattro in 36′: non c’è mai stata storia, e probabilmente non ce ne sarebbe stata con qualsiasi altra squadra. La Corea del Sud, fino a ieri avversario ostico per chiunque, è stata letteralmente spazzata via in soli 45′. Nel secondo tempo, i coreani hanno accorciato le distanze con un bel gol di Paik, ed hanno comunque continuato ad attaccare nella fase finale, confermando quanto di buono hanno fatto vedere in questo Mondiale. E la torcida brasileira, presente in gran numero sugli spalti del “974”, non ha mai fatto mancare il suo sostegno. La Croazia, che ha avuto la meglio soltanto ai rigori sul Giappone, è avvisata. Molto avvisata.

Brasile-Corea del Sud, Adani esalta i social

Roberto Carlos, Ronaldo, Rivaldo, Roque Junior: tutti presenti sugli spalti, perché questo Brasile fa veramente paura e soprattutto ha lanciato un messaggio preciso: dopo vent’anni, questa è la volta buona. E d’altronde lo ha sottolineato anche Lele Adani in telecronaca, commentando il 3-0: “non c’è posto per i deboli di spirito, la Selecao è fatta per far sorridere la gente”, ha detto sovrapponendosi alla voce di Stefano Bizzotto. E a ogni azione dei brasiliani, la sottolineatura d’obbligo: “Calcio!”. E i social si esaltano, come dice Paolo: “Stasera il Brasile è così meraviglioso ed entusiasmante che se Adani urlasse per tutto il tempo lo troverei persino moderato”. Miriam usa l’ironia: “Adani già piange per tutte le pallonate che l’Argentina prenderà da questo Brasile stellare”. Mentre Michele si lancia in una piccola punzecchiatura: “Quindi lui nel 1994 si è divertito. Non mi stupirebbe…”.

Brasile-Corea del Sud, l’incitamento a Pelè

Nel secondo tempo, come già successo in occasione del match contro il Camerun, è comparso uno striscione dedicato a Pelè, attualmente ricoverato in difficili condizioni. ‘O Rey con la maglia del Brasile ha disputato in totale 92 partite realizzando 77 reti, che fanno di lui il miglior cannoniere della Nazionale brasiliana di sempre con una media 0,837 gol a partita. Ma con il rigore segnato ieri, Neymar è arrivato a 76 gol in 122 presenze: il modo migliore per omaggiare il più grande di sempre, che ora sta lottando contro una infezione polmonare. Ed a fine partita, Danilo e Neymar hanno portato un grande striscione in favore di Pelè che è stato esposto da tutta la squadra a centrocampo. E dire che Neymar non doveva nemmeno giocare: e invece, 80 minuti in campo e un rigore trasformato con la solita freddezza per dimostrare che lui, nella parte decisiva del Mondiale, ci sarà.

Brasile-Corea del Sud, le pagelle

  • Richarlison 7,5 Innesca e conclude l’azione del 3-0, fa quello che vuole sia quando parte in profondità che quando viene a giocare con la squadra. Procura il rigore del 2-0, fa venire il mal di testa a tutta la difesa omonima coreana. Se nel Tottenham è un po’ chiuso da Kane, qui può far vedere tutto il suo talento.
  • Vinicius 8 Mette la palla sul palo lungo senza tradire alcuna edizione, nonostante i vent’anni e un risultato ancora sullo 0-0. Ma lui non è un giocatore normale: innesca l’azione del 3-0 quando accelera e scodella un perfetto assist a Pasquetà.
  • Alisson 7 Potrebbe sembrare una serata di tutto relax, ed invece il portiere del Liverpool nel primo tempo deve compiere almeno due interventi tutt’altro che facili, entrambi su Hwang: il primo sul tiro da lontano al 17′, il secondo con una uscita disperata. E nel secondo tempo sbarra la strada a Son e ancora a Hwang. Come a dire, lui c’è anche quando non ce ne sarebbe bisogno.
  • Son 5,5 Può fare veramente poco, quando arriva alla conclusione a inizio ripresa, Alisson gli sbarra la strada. Richarlison stravince il confronto a distanza
  • Hwang 6 Ci prova due volte, e in entrambi i casi trova l’insormontabile ostacolo di Alisson. Ma è comunque da rimarcare
  • Kim Min-Jae 5 Il suo Mondiale finisce in maniera ingloriosa. Aveva già destato molte perplessità nella partita contro il Ghana, ieri è stato travolto insieme ai suoi compagni

Brasile-Corea del Sud, le pagelle degli allenatori

  • Tite 7 Ha il vantaggio di avere un altro allenatore in campo (Casemiro) oltre ad una serie di fuoriclasse che non hanno bisogno di troppe raccomandazioni. Il suo merito è quello di aver dato solidità a questa squadra e voglia di rincorrere l’avversario: il talento, quello già c’era.
  • Paulo Bento 6 Imposta la squadra con un pretenzioso 4-2-4, ma tutte le migliori intenzioni del mondo non bastano contro questo Brasile. Merita comunque la sufficienza per il Mondiale disputato dalla Corea del Sud.

Il Brasile cala il poker sulla Corea, pagelle: Vinicius vola, Son scompare

Leggi anche:

Caricamento contenuti...