,,
Virgilio Sport SPORT

Maradona, il retroscena e la rabbia dell'ex allenatore

Il commosso ricordo di Ottavio Bianchi: "Non sono riuscito a invertire la rotta della sua vita".

Lo scorso 29 aprile, in pieno lookdown e con l’attività calcistica sospesa, a Napoli si è festeggiato come si è potuto il trentennale della vittoria del secondo scudetto, conquistato nella stagione 1989-’90 al termine di un serrato e polemico testa a testa con il Milan, vinto dagli azzurri che vendicarono così la rimonta subita due anni prima, quando neppure la presenza in campo di Diego Maradona era bastata per bissare il tricolore del 1987.

Il primo allenatore a portare lo scudetto a Napoli fu Ottavio Bianchi, che ebbe il privilegio di vivere la quotidianità degli anni migliori della carriera di Maradona, che guidò i compagni anche al successo nella Coppa Italia 1987 e della Uefa 1989 e che nel 1986, alla vigilia della partenza della stagione scudettata, trascinò letteralmente l’Argentina alla vittoria della Coppa del Mondo.

Eppure, tra Bianchi e Maradona il rapporto fu contraddittorio, a causa delle bizze extra-campo che contraddistinsero tutta la carriera del Pibe de Oro e della forte personalità dell’argentino.

Intervenuto alla trasmissione “Radio Anch’io Lo Sport” su Radio Uno, Bianchi non si è limitato a un ricordo commosso di Diego, esprimendo anche il rimpianto per non essere riuscito a interferire sul suo stile di vita: “Ho il rammarico di non aver invertito in nessun modo la rotta della sua vita. Quando eravamo da soli tentavo di rimproverarlo e lui con gli occhi bassi mi ascoltava. Ricordo che gli dissi che così rischiava di finire male, lui mi guardava e poi mi diceva che la sua vita la voleva vivere con l’acceleratore spinto al massimo. Mi dispiace molto che sia finito così, speravo sempre che riuscisse a fare l’ultimo dribbling”.

Bianchi ha poi sottolineato la grande umanità e la disponibilità di Maradona nello spogliatoio con i compagni: “Sono in difficoltà a parlare di Diego. Lui era grande nelle cose semplici e sempre molto disponibile con i giovani e con i suoi compagni”.

OMNISPORT | 26-11-2020 16:52

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...