,,
Virgilio Sport SPORT

Si è spento Leonardo Gritti: l'ex calciatore era in stato vegetativo

Bomber Leo si è spento a 47 anni dopo aver trascorso nove anni in come vegetativo: è morto tra domenica e lunedì a Capriate

15-11-2021 18:14

Nella provincia, quella vera dei campioncini e dei bomber che spalla a spalla dialogano con i tifosi nei bar e nei ritrovi che fanno la ricchezza e la varia umanità di questo spaccata d’Italia, Leonardo Gritti o semplicemente Bomber Leo era uno di quei ragazzi che è stato amato, e molto, dalla tifoseria e che gli è rimasta legata anche per quel malore che lo aveva portato allo stato vegetativo che si è interrotto tra domenica e lunedì.

L’esistenza di questo ragazzo, un campione sfortunato eppure al tempo stesso sempre gioioso e sorridente nelle immagini che lo ritraggono, si è interrotta così ad appena 47 anni destando emozione e partecipazione, come testimonia la rilevanza data a questa drammatica perdita da parte delle testate locali che per prime ne hanno dato la notizia.

La storia di Leo Gritti, campione sfortunato

Bomber Leo o anche Bomber Gritti era cresciuto per i campi della bergamasca, fino a raggiungere una notorietà esplosiva ai tempi del Leffe: nel giugno 2012 qualcosa si è spezzato e quel sogno si è sospeso a causa di un malore che lo condotto allo stato vegetativo che durava ormai da ben nove anni, senza interruzione.

Gritti si trovava, infatti, nella casa di riposo Ovidio Cerruti di Capriate San Gervasio dove era assistito con continuità a causa delle sue condizioni di salute da quel terribile cedimento a seguito di una partita, sul campo di Arzago d’Adda; Gritti, ex calciatore di Treviglio, aveva vestito anche le maglie di Leffe, Monza, Trevigliese e Arzago.

La carriera nel calcio di Leo Gritti

Classe 1974, messosi in luce fra i ragazzi dell’Or.Sa. (con cui fece tutta la trafila dai Pulcini agli Allievi), Leo era stato notato e ingaggiato dal Leffe con cui giocò diversi campionati di C1 e C2, con parentesi al Monza in serie B, che gli diede una luce maggiore rispetto alla C.

Rientrato poi fra i dilettanti a fine anni ’90, aveva vestito la maglia della Trevigliese nel campionato di Eccellenza 2002-03, prima di fare una scelta davvero inusuale viste le qualità: dal massimo campionato regionale alla Terza categoria, ad Arzago, dove gestiva anche uno dei vari locali poi aperti sul territorio.

Il ricordo delle società e delle persone vicine

“Con te se ne va anche una parte di me… gli anni belli di sfide, di vittorie, goal e risate… tante risate… eri e sarai per sempre il mio bomber!! E ti troverò sempre lì… su un campo da calcio a esultare come un matto dopo un goal!”, ha commentato sui social il sindaco di Arzago d’Adda, Gabriele Riva.

“Ciao Leo, campione sfortunato. Alla famiglia di vanno le sentite condoglianze della società, onorata di aver avuto fra i suoi tesserati un giocatore di simile talento e un ragazzo di impareggiabile simpatia”.

“La società A.C. Vailate A.S.D. si unisce al dolore della famiglia per la perdita del caro Leonardo Gritti, ex bomber dell’U.S. Arzago scomparso oggi all’età di 47 anni. Sentite condoglianze da parte di tutta la società rosso-blu”, il post pubblicato dall’A.C. Vailate.

Tutta la comunità del calcio e non solo si è stretta attorno alla famiglia: Leo lascia, infatti, i genitori e il fratello che lo hanno seguito in questi anni seguiti all’infarto che lo aveva così provato. Martedì 16 novembre si terranno i funerali.

VIRGILIO SPORT

Si è spento Leonardo Gritti: l'ex calciatore era in stato vegetativo Fonte: Facebook

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...