,,
Virgilio Sport

Biasin attacca lo juventino: “Parla solo degli altri”, è bufera

Il giornalista torna sull’autobiografia del capitano della Juventus scatenando una nuova polemica sui social

16-05-2020 09:34

Biasin attacca lo juventino: “Parla solo degli altri”, è bufera Fonte: Twitter

Altro che ripresa, questi sono i giorni di Giorgio Chiellini. Il capitano della Juventus è diventato argomento di discussione dei tifosi bianconeri e non solo con la sua autobiografia. Dopo l’attacco a Felipe Melo e a Balotelli, con gli stralci del libro pubblicati nei giorni scorsi, ora a fare notizia sono le parole verso Arturo Vidal.

Nell’autobiografia, infatti, Chiellini parla anche dei comportamenti del cileno e in particolare della sua tendenza a bere troppo: “Uno come Vidal ogni tanto usciva e beveva più del dovuto, lo sanno tutti, si può dire che l’alcol era il suo punto debole. Ma era un campione”.

Biasin: “Più che la sua biografia, ha scritto quella degli altri”

E da Twitter arriva anche una piccola punzecchiatura da parte del giornalista Fabrizio Biasin: “Melo, Balotelli, Vidal. Diciamolo: più che la sua biografia. Chiellini ha scritto quella degli altri”. Un tweet che scatena immediatamente le polemiche e che divide i social in fazioni.

C’è chi come Alberto fa notare che alcune delle cose riportate nel libro fossero abbastanza scontate: “Vidal che beve, Balotelli inaffidabile, Felipe Melo pazzo. Grandi scoop proprio. C’è scritto che Natale è il 25 dicembre?”. Mentre altri puntano l’attenzione che nell’autobiografia di un calciatore così famoso non ci sia poi nulla di così interessante: “Cosa mai ci sarà di interessante nella storia della vita di Chiellini? Davvero c’era bisogno della sua autobiografia? Leggerei molto più volentieri quelle di Balotelli, Vidal e Felipe Melo”.

Ironia social: “Occhio a riporlo”

Ma ovviamente quando c’è di mezzo la Juventus, è immediato anche il riferimento ai favori arbitrali: “Attenti a come lo riponete, si vi cade dal comodino è rigore più cartellino giallo, dallo scaffale in alto è rosso diretto”, scrive Carlo. Paolo, invece, punta il dito sulla mancanza di successi fuori dall’Italia: “Mi sarei aspettato qualche capitolo in più sui trionfi internazionali. Si vede che doveva occupare il vuoto cosmico”.

Tags:

Leggi anche:

Caricamento contenuti...