Virgilio Sport
MOTO LIVE

MotoGP, qualifiche Gp Gran Bretagna: Bezzecchi, super pole nel diluvio di Silverstone. Bagnaia quarto pole

La cronaca in tempo reale delle varie fasi di qualifica del Gp di Silverstone, valevole per il mondiale MotoGP 2023

Ultimo aggiornamento 05-08-2023 13:25


Riassunto dell'evento

Piove sul bagnato, è il caso di dirlo. Perché a Silverstone, dalle prime di sabato 5 agosto, il meteo non ha dato tregua alle due ruote, men che meno alla MotoGp. Pista peggiorata nel corso della mattinata, qualche allarme arrivato dai box di Aprilia e Ducati a evidenziare le condizioni di pericolo. Ma il programma è stato rispettato, da copione.

Chi ride, e lo fa con la soddisfazione del piazzamento che non ti aspetti, è Marco Bezzecchi. Si prende la pole position del Gp di Gran Bretagna nonostante i dubbi sulle sue condizioni fisiche, dopo la caduta di ieri, lasciassero qualche perplessità.

Invece no: prima che la pista diventasse un campo da pattinaggio, il riminese piazza il tempone e se li mette tutti alle spalle: 2:15.359, quasi tre decimi meglio di Miller, uno che sull’acqua pare ci cammini, e oltre 4 decimi più veloce di Alex Marquez. Pecco Bagnaia chiude in quarta posizione, sesto Luca Marini. Morbidelli non va oltre l’undicesima piazza.

Q1: Morbidelli fa il fenomeno

lelenco dei 12 in pista: Fabio Quartararo, Franco Morbidelli,  Marc Marquez, Miguel Oliveira, Enea Bastianini, Fabio Di Giannantonio, Raul Fernandez, Joan Mir, Augusto Fernandez Takaaki Nakagami, Pol Espargarò, Iker Lecuona.

Derapate e lanci abbozzati, cadute e controllo: la Q1 ha sorriso a Franco Morbidelli che ha staccato il pass per la fase successiva con un 2:16.722 che ha reclamato vendetta. Giro perfetto nonostante scivolassero tutti. Buoni segnali anche da Enea Bastianini che ha blindato la seconda piazza e preceduto Augusto Fernandez, Marc Marquez e Pol Espargarò. Bene anche Fabio Di Giannantonio: per metà tempo il crono migliore è stato il suo, poi non ha tenuto la moto ed è finito giù.

Q2: cadono un po’ tutti ma Bezzecchi fa in tempo a sfrecciare

Quasi è sembrato un tam tam, un telefono senza fili: dopo 5′ di studio e analisi, di valutazione del grip e di intuizioni da cogliere al volo, si sono lanciati tutti per il giro veloce e, a turno, hanno assaggiato l’asfalto. Chi non è finito per terra – come Miller, a cui il bagnato si cuce addosso come gli abiti da sartoria – è riuscito a stare in piedi per il rotto della cuffia.

L’acqua e la pista bagnata hanno compromesso il turno di qualifiche di Bagnaia: ha fatto in tempo, Pecco, a infilare un buon giro – il 2’16”095 è stato il secondo miglior crono fino ai minuti finali – poi s’è ritrovato vis a vis con asfalto e ghiaia.

La corsa contro il tempo – rientra nei box in motorino e riparti – non gli è riuscita: non è più ripartito. Bezzecchi era già davanti a tutti, ma Jack Miller e Alex Marquez hanno avuto la possibilità di fare meglio.

Parte quarto, il leader provvisorio del mondiale: a conti fatti, nessun dramma. Luca Marini in grande spolvero nella seconda parte: lanciati da attenzionare, stava girando da Dio poi sulla giostar delle cadute c’è salito anche lui. Non può essere soddisfatto Franco Morbidelli: meglio la Q1 della Q2, ha perso l’attimo ed è undicesimo.

MotoGp Silverstone, griglia di partenza: i primi 10

  1. Bezzecchi 2:15.359
  2. Miller +0.270
  3. Marquez +0.412
  4. Bagnaia +0.73
  5. Fernandez +0.742
  6. Marini +0.793
  7. Martin +0.913
  8. Vinales +0.958
  9. Zarco +1.302
  10. Binder +1.318

Il pre qualifiche di Silverstone

Dopo oltre un mese di vacanze il Motomondiale riaccende finalmente i motori e lo fa alla grande con il Gran Premio di Gran Bretagna di MotoGP, gara valida per il Mondiale 2023 e che si corre sul circuito storico di Silverstone. Subito un banco di prova importante per la leadership della Ducati e del campione del mondo in carica e leader della classifica pilota, Francesco Bagnaia. Sabato intenso con le qualifiche al mattino, quindi subito caccia alla pole position e poi nel pomeriggio la Sprint Race. Domenica alle 14 la gara classica sulla pista inglese.

Qualifiche live

  1. I quattro in fila, dal primo al quarto, non sono mai partiti in quest’ordine: Bezzecchi, Miller, Marquez e Bagnaia è un inedito.

    Silverstone ha detto cosa aspettarci? Manco per niente: sappiamo solo che le certezze crollano fino a che il meteo non si aggiusta. Onore al merito del riminese, pole da applausi, ma col bagnato e l’acqua come non pensare al guizzo di Jack Miller, australiano dalla tempra inscalfibile e il talento straordinario di chi sa come si fa quando occorrerebbe aprir gli ombrelli.

    Era da Jerez 2021 che Pecco non si piazzava quarto davanti ai semafori del via ma se fa testo quanto accaduto nel 2022, allora anche lui ha motivi per sorridere: partì quinto e fu un trionfo.

    Peccato vedere Fabio Quartararo tanto giù: 22 su 22 è una sensazione strana anche solo a raccontarla, figuriamoci a viverla.

  2. Last
    La griglia di partenza: i primi 10 di Silverstone
    1. Bezzecchi 2:15.359
    2. Miller +0.270
    3. Marquez +0.412
    4. Bagnaia +0.73
    5. Fernandez +0.742
    6. Marini +0.793
    7. Martin +0.913
    8. Vinales +0.958
    9. Zarco +1.302
    10. Binder +1.318
    12:40
  3. Q2
    Bezzecchi in pole position!

    Silverstone parla romagnolo: il riminese Marco Bezzecchi si prende la pole col crono di 2:15.359. Divide la prima fila con Miller e Alex Marquez. Solo quarto Bagnaia ma, per come si era messa in seguito alla caduta che ne ha precluso la seconda parte di qualifiche, Pecco può anche sorridere.

    Sesta piazza per Marini, Morbidelli non va oltre l’undicesimo posto.

    12:35
  4. Q2
    Bezzecchi pole provvisioria!!

    Affondo di Bezzecchi, strappa la seconda posizione a Bagnaia che rientra mesto ai box con l’ausilio del motorino. Poi fa ancora meglio 2:15.3, la pole provvisoria è sua!!

    A terra Alex Marquez! Lo segue Marini, giù anche lui in curva 1!!

    Pecco sta cercando di correre contro il tempo per rimettersi in sella ma è difficile che riesca. Nulla da fare: al momento è quarto e non può migliorarsi.

    A terra anche la Mooney VR46 di Bezzecchi: finisce nella ghiaia nel quarto settore ma è una caduta ininfluente. La pole è sua!!

    12:26
  5. Q2
    Lo squillo di Pecco, poi la caduta

    Bagnaia comincia a fare sul serio: intanto si piazza a 466 millesimi da Miller. Secondo provvisorio.

    E poi scivola!!! Giù Pecco.

    12:24
  6. Q2
    Miller miglior tempo

    L’australiano si mette tutti dietro: 2:15.629 per Miller che precede di oltre un secondo e mezzo Fernandez. A ruota Vinales.

    Miller fa il fenomeno sul suo campo prediletto, il bagnato. Ed è impressionante il distacco rifilato agli altri.

    Si lancia Morbidelli!!!
    12:22
  7. Q2
    Semaforo verde: caccia alla pole

    Si parte!! 15′ di spettacolo e prudenza: il tempo non migliora.

    Tutti in pista: la sensazione è che Morbidelli – sulla scia della Q1 – voglia provarci fino alla fine.

    IL LANCIO PER IL GIRO VELOCE: BAGARRE, VOGLIONO SFRUTTARE LE FASI INIZIALI.

    Espargaro, primo brivido: perde aderenza ma resta in sella.

     

    12:15
  8. Q1
    Quartararo mai peggio di così

    2’22”931: Fabio Quartararo non aveva mai toccato tale punto di affondo. Ultimo posto, condizioni non esaltanti.

    12:14
  9. Q1
    Bandiera a scacchi: chiusa la Q1

    Miglior crono per Franco Morbidelli2:16.722. A ruota Enea Bastianini, Augusto Fernandez, Marc Marquez e Pol Espargarò.

    12:08
  10. Q1
    Morbido, cosa hai fatto!!

    Decide che vuole mettersi davanti, Morbidelli, e piazza il tempo da paura: 2:18.645, un secondo e 4 decimi a Di Giannantonio.

    A ruota arriva il terzo tempo assoluto, quello di Marquez con 2:18.115.

    Tra i due si infila Bastianini: Enea si prende la seconda piazza a 5 decimi da Morbidelli.

    Ma Morbido gira con effetti speciali e si va a blindare lo step successivo: fa meglio di se stesso di 726 millesimi.

    12:02
  11. Q1
    Di Giannantonio a terra!

    Fabio chiude col crono di 2:20.045 poi scivola. Si rialza in fretta, nessuna conseguenza. Si avvia ai box: ha rischiato, per fortuna è riuscito a bilanciare il peso del corpo mentre perdeva il controllo della moto. Non c’è aderenza, pista ai limiti della praticabilità.

    11:57
  12. Q1
    Si parte: semaforo verde

    12 piloti in pista: a caccia del pass per la fase successiva.

    Fabio Quartararo, Franco Morbidelli,  Marc Marquez, Miguel Oliveira, Enea Bastianini, Fabio Di Giannantonio, Raul Fernandez, Joan Mir, Augusto Fernandez Takaaki Nakagami, Pol Espargarò, Iker Lecuona.

    Subito in pista Quartararo, Morbidelli e Bastianini.

    Pista allagata. Il primo a lanciarsi per il veloce è Di Giannantonio che si porta dietro le ottime sensazioni delle libere.

    11:52
  13. Pre
    La caccia alla pole

    Interlocutorie le libere, deciderà buona parte dell’andamento delle qualifiche la clemenza – o l’accanimento – del meteo. Per ora ogni discorso resta compromesso.

    11:50
  14. Pre
    Cosa ci ha detto la P3
    1. F.Di Giannantonio2:18.076
    2. F.Bagnaia+0.872
    3. M.Oliveira+0.884
    4. J. Miller +0.975
    5. M.Bezzecchi+1.019
    6. A.Marquez+1.346
    7. L.Marini+1.432
    8. A.Espargaro+1.678
    9. J.Martin+2.401
    10. B.Binder+2.503

    L’ordine finale: exploit del romano che rifila 8 decimi a Bagnaia.

    11:46
  15. Pre
    Di Giannantonio fa la voce grossa

    Sfreccia intanto la Ducati di Di Giannantonio: tutti dietro il suo 2:18.076. Caduta di Olivera, finisce nella sabbia: si rialza subito.

    Al termine delle Libere 3 il crono migliore resta il suo ma l’attenzione è rivolta solo al cielo. Non smette di piovere: anche dal box Ducati cominciano ad arrivare perplessità circa le condizioni della pista.

    11:41
  16. Pre
    Pista pericolosa

    Primi avvertimenti dal box Aprilia, le parole di Aleix Espargaró sono eloquenti. Immediato il segnale di pericolo: le condizioni della pista non sono buone, si corre assumendosi forti rischi. La pioggia non dà tregua

    11:38
  17. Pre
    30' di libere

    Si stanno alternando tutti. La prima sensazione positiva: Bezzecchi sta bene, nessuna conseguenza in seguito alla caduta che ieri lo aveva costretto a ricorrere ai soccorsi del centro medico. Schiena a posto.

    11:34
  18. Pre
    MOTOGP RIPARTE DA SILVERSTONE, BAGNAIA ‘ATTENTI ALLA PIOGGIA’
    Pecco concentrato e determinato

    Vuole fare poker, Bagnaia. Silverstone lo esalta ma il monito lanciato nel pre gara è chiaro:

    Occhio alla pioggia, può diventare protagonista assoluta.

    11:32
  19. Pre
    Cosa dice il termometro

    Il termometro staziona stabile tra gli 11 e i 13 gradi. Pioggia fitta, non intensa ma nelle prime ore della mattina c’è stato un crescendo. Le terze libere di Moto3 e Moto2 si sono svolte con pista bagnata e le previsioni dicono: attenzione, non sarà meglio di così neppure più avanti.

    11:24
  20. Pre
    Si parte alle 11.50

    Amici di Virgilio Sport benvenuti alla diretta live delle qualifiche del Gran Premio britannico di Silverstone di MotoGp. 

    Si comincia alle 11.50, salvo imprevisti. Quale? Il meteo, ovviamente: bizze, nuvole, acqua. La cornice che fa da circonferenza al circuito non promette bene.

    11:22
  21. Pecco Bagnaia a caccia del quarto successo stagionale, le Ducati per legittimare un dominio che, nella prima parte di stagione, ha inanellato numeri da mettere in cornice: 7 vittorie in 8 gran premi, ha fatto eccezione la seconda posizione di Austin, Texas.

    Dici Silverstone e riecheggia la storia dei motori: tappa fissa dal 1977, con un intermezzo di 23 anni nei quali – tra il 1987 e il 2009 – le due ruote si sono spostate nel paddock e sulla pista di Donington Park.

    Bagnaia sa come si fa: il trionfo della scorsa edizione di MotoGp è un biglietto da visita ulteriore che ne decreta ambizioni e obiettivi: espugnare nuovamente la Gran Bretagna per tentare l’affondo al titolo mondiale.

    La concorrenza di Jorge Martin e Marco Bazzecchi resta avvincente, serrata: rispettivamente secondo e terzo, lo spagnolo – tallonato dall’italiano – insegue a 35 punti, uno in più per il riminese classe 1998. Non sarà decisiva la tappa inglese – restano in calendario 24 tra gare e sprint con la certezza di oltre 400 punti ancora da distribuire – ma la sensazione è che possa ripetersi la rivalità tutta intestina alla Ducati: solo KTM sembra poter scalfire la marcia trionfale della rossa, Aprilia ha solo messo lì qualche segnale di fumo non ancora sufficiente per restituirle autorevolezza. Per Yamaha e Honda la notte è ancora buio pesta.

    Pista asciutta ma c’è vento in poppa e fa freddo: le libere del venerdì hanno già detto qualcosa di interessante. Aleix Espargarò, per esempio: ha spinto al limite la sua Aprilia e l’ha portata dove non ti aspetti. Davanti a tutti, lo spagnolo, che ha rifilato la bellezza di 7 decimi alla Pramac di Martin. A ruota Binder su Ktm. Poche sorprese: passano direttamente alle Q2 di sabato mattina MillerMariniAlex Marquez, Bagnaia e Bazzecchi.

    Costretti alle Q1, invece, Fabio Quartararo (per 127 millesimi) e Marc Marquez, che ha staccato il tredicesimo tempo, infilandosi appena dietro a Franco Morbidelli. Male Fabio Bastianini, quindicesimo crono assoluto a oltre un secondo e mezzo. Buone nuove, nonostante tutto, per Pol Espargaró: è rientrato a ritmi blandi (21esimo), ma è rientrato.

MotoGP, qualifiche Gp Gran Bretagna: Bezzecchi, super pole nel diluvio di Silverstone. Bagnaia quarto pole Fonte: Gettyimages
Caricamento contenuti...