,,
Virgilio Sport SPORT

F1, Ferrari senza via d'uscita: pesanti dichiarazioni di Binotto e Leclerc

L'ammissione del team principal: "Non è scontato che usciremo dalla difficoltà di questo progetto".

E’ un millesimo Gran Premio amarissimo per la Ferrari, in enorme difficoltà anche al Mugello. Leclerc ha chiuso ottavo solo grazie alla penalizzazione di Raikkonen, Vettel è arrivato decimo: le due monoposto del Cavallino sono andate a punti solo grazie ai ritiri dei piloti davanti.

Dopo il Gran Premio di Toscana, il team principal Mattia Binotto ha lanciato l’allarme sulla SF-1000: “Non c’è spiegazione in questo momento. Abbiamo degrado evidente delle gomme che sta nella difficoltà di questo nostro progetto dal quale non è scontato uscirne. Non si tratta di fare anche pochi sviluppi di appendice, questo non migliora la situazione, la situazione di base è più profonda. Serve uscirne da qui a fine stagione per fare dei progressi”.

“È chiaro che oggi non avevamo passo gara, indipendentemente dalla qualifica di ieri in cui Charles ha fatto un bel giro. Dopo pochi giri perdiamo ritmo, ci manca il passo. Il risultato non è altro che la conseguenza di questo”.

La Ferrari sta precipitando in classifica costruttori, è sesta ma tallonata dall’Alpha Tauri: “Qualche novità la vedremo anche la prossima gara, ma non farà la differenza. Quando uno ha un problema come la nostra vettura, che è più di fondo, credo che serva più tempo per fare quel passo indietro necessario per poi riposizionarsi e fare dei passi avanti. Noi stiamo lavorando sodo a casa in galleria del vento e simulazioni per correggere il progetto di base in ottica 2021. Piccole appendici si possono anche aggiungere alla prossima gara, ma non sono quelle su cui dobbiamo contare come aspettative di riscatto”.

Anche Leclerc è molto preoccupato dopo il Gran Premio: “Mentalmente è stata una delle gare più difficili. Fai una buona partenza, fai tutto quello che ci vuole e dopo non c’è il passo. Fai fatica tantissimo con il bilanciamento e con la macchina in generale. Il che è anche strano perché in qualifica ieri non andava così male, con le hard ho fatto una fatica grandissima, un po’ come a Monza. Dobbiamo lavorare, è ovvio. È difficile, rimango motivato e non vedo l’ora di tornare in macchina in Russia, ma dobbiamo capire cosa c’è che non va con questa macchina e fare qualcosa, perché così è veramente difficile”, spiega a Sky.

Non credo che sia stata abbandonata questa vettura, sono sicuro che il team stia lavorando moltissimo per portare upgrade, dopo è ovvio che devono capire quello che non va per farli, ma arriveranno degli upgrade a breve”.

OMNISPORT | 13-09-2020 19:00

Tags:

Leggi anche:

,,,,,,,,,,,,,,,,
Caricamento contenuti...